La turista bergamasca risultata positiva al Coronavirus non ha visitato il Castello di Milazzo. Il sindaco Giovanni Formica interviene sulla questione dopo che questa mattina è stato diffuso un messaggio whatsapp nel quale si affermava che la turista positiva al Covid-19 ed attualmente ricoverata a Palermo, avrebbe visitato la storica struttura milazzese.
«La persona che lo ha diffuso – evidenzia il primo cittadino – probabilmente in una delle tante chat di mamme, comunicava, quindi, che, per questa ragione, non avrebbe mandato il proprio figlio a scuola. Ovviamente in pochi minuti il vocale è diventato virale ed è montata la psicosi. Voglio precisare che, per le informazioni a nostra disposizione, la notizia è destituita di qualsiasi fondamento. Invito i concittadini a mantenere atteggiamenti responsabili ed equilibrati e a non fare circolare notizie non preventivamente verificate. Al momento la situazione nel nostro territorio è sotto controllo e tutte le istituzioni, Prefettura, Comuni, Asp, Forze dell’Ordine stanno collaborando in applicazione delle direttive dei governi nazionale e regionale per assicurare che tutto proceda nel migliore dei modi possibili»

«Nessuno – continua il primo cittadini –  ha interesse a tenere nascoste informazioni preziose per la tutela della salute della nostra comunità. Anzi, come è ormai chiaro, l’Italia sta adottando protocolli persino più rigorosi di quelli applicati dagli altri Paesi, a garanzia dei cittadini. Voglio rassicurare i milazzesi che se ci fosse qualcosa da sapere la saprebbero. Perché tutto funzioni al meglio, però, è necessario che le istituzioni non siano costrette ad inseguire false notizie che rischiano di limitare l’operatività dei soggetti che, in caso di necessità, devono essere pronti a gestire la situazione. Approfitto per invitare tutti a seguire le regole di comportamento che sono state diffuse dal Ministero della Sanità, che rappresentano il migliore strumento per evitare il diffondersi del virus».

 

Condividi questo articolo
2.530 visite