C’è anche il comune di San Filippo del Mela tra i comuni ricicloni della Sicilia che hanno superato il 65% di raccolta differenziata nel corso del 2018. Il comune guidato da Gianni Pino otterrà dalla Regione come premio parte dei cinque milioni di euro previsti per le 79 amministrazioni virtuose. E’ stato firmato, infatti,  il decreto inter-assessoriale (Economia e Autonomie locali) che assegna un contributo agli Enti locali scelti dal dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti è comvalidati dall’Arpa Sicilia.

«Sono veramente contento e orgoglioso – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci – perché il numero dei Comuni “ricicloni” è cresciuto a dismisura, visto che l’anno scorso erano appena 31. Un aumento che conferma come stia crescendo, sempre di più, la sensibilità ambientale da parte dei siciliani e l’impegno dei sindaci. In poco più di due anni, la percentuale di raccolta differenziata è aumentata del 100 per cento».

In provincia di Messina sono 15 i comuni premiati: Brolo, Capri Leone, Castel di Lucio, Castroreale, Limina, Longi, Mazzarrà Sant’Andrea, Naso, Rodì Milici, Rometta, San Filippo del Mela, Santa Teresa di Riva, Saponara, Torregrotta e Villafranca Tirrena.
 Tuttavia tra questi comuni non c’è nemmeno un capoluogo di provincia e nemmeno una città con più di 30 mila abitanti, mentre la popolazione dei comuni premiati è di 456 mila abitanti, neanche il dieci per cento dei siciliani. «La nostra regione nel 2018 (dati Ispra) era ancora l’ultima in Italia per differenziata. Non sembra proprio che ci siano i segnali di un miglioramento, anzi c’è tantissimo lavoro da fare», ha osservato la deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Stefania Campo

Condividi questo articolo