La Procura di Barcellona vuole vederci chiaro sulla morte, avvenuta domenica scorsa all’ospedale di Milazzo,  della piccola Sara Recupero, 7 anni, di Barcellona. Alla luce di un esposto presentato dai familiari, il Procuratore Emanuele Crescenti e il pubblico ministero Matteo De Micheli hanno disposto la riesumazione della salma e la relativa autopsia. L’esame si è svolto martedì scorso e le risultanze si conosceranno tra 90 giorni. Al momento si procede contro ignoti. Al Zodda non c’è il reparto di Pediatria ed è stato necessario l’immediato trasferimento a Milazzo, dove pur esistendo la Pediatria, non vi è l’Unità di Terapia intensiva neonatale. Trasferimento che nei fatti si sarebbe rivelato vano per la gravità del caso.

La bimba era stata ricoverata al reparto di Pediatria dell’ospedale di Milazzo dopo essere giunta dal Pronto Soccorso del “Cutroni Zodda”, presidio di Barcellona, dove era stata accompagnata a seguito di gravi difficoltà respiratorie.

Nella mattinata di martedì, i Carabinieri hanno acquisito la documentazione medica nei due ospedali e, a quanto pare, anche al Policlinico di Messina, dove nello scorso dicembre la bambina aveva subito un intervento chirurgico. 

Condividi questo articolo