Il Liceo Impallomeni di Milazzo, diretto da Caterina Nicosia, parteciperà alle giornate di studio sulle tragedie greche che verranno rappresentate quest’estate al Teatro Antico di Siracusa. L’iniziativa, denominata Classics’ R-Evolution e giunta alla seconda edizione, nasce da un’idea di Claudio Meliadò, Associato di Letteratura Greca presso il Dicam (Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne) dell’Università di Messina, prontamente accolta dai presidenti delle principali delegazioni Aicc (Associazione Italiana di Cultura Classica) di Sicilia e Calabria. L’idea è quella di creare uno spazio di discussione condiviso tra Licei Classici e Università, in cui confrontare diversi approcci, motivi di interesse e punti di vista intorno a quel cuore tuttora pulsante della civiltà occidentale che è la tragedia greca. Al tavolo dei relatori si alterneranno docenti universitari, docenti di liceo e studenti.

All’iniziativa, che quest’anno si intitola Ifigenia in Tauride e BaccantiDal mito alla scena, prenderà parte il liceo milazzese con la classe IV A Classico. Nella prima delle due giornate di studio previste, che si terrà Venerdì 7 Febbraio presso l’Auditorium del DICAM nel polo universitario “Annunziata” di Messina, i ragazzi presenteranno una relazione sulle traduzioni dell’Ifigenia in Tauride di Euripide realizzate per le rappresentazioni siracusane da due letterati siciliani, Giovanni Alfredo Cesareo (negli anni ’30 del secolo scorso) e Vincenzo Consolo con la consulenza del grecista Dario Del Corno (nei primi anni ’80). Gli studenti, coordinati dalla Professoressa Maria Miceli, spiegheranno come il cinquantennio che separa i due lavori si ripercuota sulle scelte stilistiche e lessicali dei traduttori. Anche il Prof. Massimo Raffa parteciperà al convegno come relatore con un intervento su “La musica delle Baccanti”.

Docenti e studenti dei licei e dell’Ateneo messinese si incontreranno nuovamente il 21 Aprile per tirare le somme delle attività svolte.

Condividi questo articolo
646 visite