«Sapere che il trend nazionale indica un aumento del 52% in Italia dei lasciti solidali ci fa ben sperare in un futuro migliore e positivo, un futuro in cui le persone con Sclerosi Multipla potranno vivere senza paure, ombre e in piena autodeterminazione.
Tutti noi, con gesti semplici, possiamo davvero cambiare lo stato ovvio delle cose, dobbiamo solo sapere il come». Così Emanuele La Via, responsabile del G.O. Aism Milazzo, ha aperto il convegno organizzato a Palazzo d’Amico dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla con il patrocinio e la collaborazione del consiglio nazionale del notariato e della Fidapa sezione Milazzo. Un evento organizzato per spiegare e chiarire il significato del Lascito testamentario e le sue modalità in occasione della settimana nazionale.
La presidente Natascia Fazzeri durante il suo intervento, infatti, ha evidenziato che questa collaborazione con l’Aism è un ulteriore conferma della promozione della ricerca scientifica e degli orizzonti socio culturali da parte dell’Associazione e il lascito testamentario solidale rappresenta appunto un’ espressione moderna di Filantropia.
Relatore del convegno è stata anche la presidente dell’ Ordine Notarile il Notaio, Maria Flora Puglisi che ha informato e rassicurato i presenti sulla tutela dei discendenti familiari nel caso di un lascito testamentario mentre il notaio Marina Magaudda ha illustrato le diverse tipologie di lascito testamentario ed espresso consigli sul lascito più opportuno.

«Sono pienamente soddisfatto della buona riuscita dell’incontro – conclude Emanuele La Via – e per questo Ringrazio tutti gli attori protagonisti di questo evento, e quanti hanno partecipato ma soprattutto coloro che contribuiranno attivamente a scrivere insieme a noi il futuro della Sclerosi Multipla.  Ringrazio ancora una volta il Comune di Milazzo per averci permesso di svolgere un incontro così importante nello splendido salone di Palazzo D’Amico»

Condividi questo articolo
690 visite