L’appuntamento “riservato” si è tenuto alle 17 all’Hotel Il Principe di Milazzo. A convocare il primo tavolo di centrodestra dal quale dovrebbe essere deciso il futuro politico della Città del Capo e di Barcellona è stato l’onorevole Ella Bucolo di Fratelli d’Italia. Due ore di discussioni in punta di fioretto nelle quali sono state dettate le regole per una scelta condivisa in entrambi i comuni con una convergenza su un progetto unico del centrodestra al voto del 24 maggio. Parole di circostanza, insomma. Per i nomi c’è tempo. Se ne discuterà venerdì prossimo dove ognuno scoperchierà le proprie carte.

Le scintille saranno garantite. Diventerà Bellissima e Forza Italia hanno dato la disponibilità ad accollarsi la gestione della sola Barcellona. La Lega conferma la disponibilità a Milazzo. Fratelli d’Italia, invece, raddoppia e sarebbe pronta a presentare le sue candidature in entrambi i Comuni. In realtà a presentare i nomi saranno anche l’Udc e Ora Sicilia.

A sedersi al tavolo, oltre alla Bucolo, la deputata regionale Elvira Amata per Fratelli d’Italia, il deputato regionale Bernadette Grasso con il sindaco di San Filippo del Mela Gianni Pino per Forza Italia, il delegato provinciale della Lega Matteo Francilia (che ha espressamente sottolineato di rappresentare anche il deputato all’Ars Antonio Catalfamo)  con il catanese Fabio Cantarella; il deputato regionale Pino Galluzzo con il coordinatore provinciale Giardina per Diventerà Bellissima, il deputato regionale Luigi Genovese per Ora Sicilia, Rosario Sidoti, commissario provinciale Udc.

Condividi questo articolo
3.742 visite
guest
3 Commenti
più recente
meno recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Pippo
Pippo
4 mesi fa

Milazzo come sempre terra di conquista!!! Raccolgono a Milazzo per portare via. Esempio eclatante l’autorità portuale dove prende i milioni di euro del traffico delle petroliere e li spende per modernizzare il porto di Messina. VERGOGNA SUI MILAZZESI !!!!

Povera Patria
Povera Patria
4 mesi fa

Tutti a spartirsi Milazzo come se fosse una torta…
La cosa peggiore che già c’è la fila di milazzioti (milazzesi idioti) pronti ad accogliere i leghisti ed il loro ciarpame ideologico nella terra, prima oggetto dello loro perenne scherno…
Senza parole…

Nipote di Don Calogero
Nipote di Don Calogero
4 mesi fa

Ragazzi se la LEGA vuole Milazzo…votiamo tutti l’altro candidato. Mio nonno si rivolta nella tomba se il sindaco di Milazzo diventa un leghista…