Il sindaco Gianni Pino (foto Oggi Milazzo)

Un piano di riconversione da 450 milioni di euro della centrale A2A di San Filippo del Mela. E’ stato presentato nella sala consiliare del comune di San Filippo del Mela. Un appuntamento tra la cittadinanza, non solo di San Filippo ma del comprensorio della Valle del Mela, le Istituzioni e la società A2A EnergieFuture. L’incontro è stato promosso dal Sindaco Gianni Pino per far conoscere le linee di indirizzo per la riconversione green del Polo Energetico integrato che occupa 54 ettari.

Per l’azienda sono intervenuti ad illustrare i progetti l’ingegnere Giuseppe Monteforte, amministratore delegato di A2A Energiefuture, l’ingegnere Caterina De Masi, responsabile sviluppo, e l’ingegnere Francesco Farilla, Capo Centrale del Polo Energetico Integrato.

L’Amministratore delegato di A2A Energiefuture Giuseppe Monteforte (FOTO OGGI MILAZZO)

L’amministrazione aveva invitato A2A EnergieFuture a presentare un piano che, in ottica di economia green, superasse la produzione di energia elettrica da olio combustibile, che fosse compatibile con le reali necessità del territorio, e che coniugasse pienamente sostenibilità ambientale e continuità industriale del sito produttivo. La risposta di A2A Energiefuture è stata un progetto di riconversione che prevede un importante investimento di circa 450 milioni di euro e un contestuale impegno per la salvaguardia dei posti di lavoro.

LINEE GUIDA DEL PROGRAMMA DI RICONVERSIONE SONO: transizione energetica (ciclo combinato a gas con contestuale fermata di tutti i gruppi ad olio combustibile e compensatori sincroni per servizi alla rete elettrica), in coerenza con quanto previsto da Piano Nazionale di decarbonizzazione entro il 2025 già approvato dal Governo; economia circolare (impianto FORSU – già in iter autorizzativo – e impianto per il recupero della plastica a valle della raccolta differenziata); fonti rinnovabili (fotovoltaico e storage elettrochimico).

«Non abbiamo trovato un unico progetto che potesse mantenere gli attuali livelli occupazionali – ha spiegato Monteforte – dunque abbiamo scelto tre linee di sviluppo nel rispetto anche delle sensibilità del territorio che ci ospita». 

Il direttore della centrale Francesco Farilla (FOTO OGGI MILAZZO)

L’obiettivo, che è stato raggiunto grazie a un partecipato confronto tra le parti presenti (ambientalisti, sindacati, rappresentanti delle istituzioni come la senatrice Barbara Floridia), è quello di aver condiviso una linea di sviluppo sostenibile che mira alla realizzazione di un futuro che veda collaborazione tra territorio e tessuto industriale.

«Noi siamo stati i primi ad avviare la stagione delle caratterizzazione e bonifiche dei suoli sin dal 2004. Fino ad oggi abbiamo investito 30 milioni di euro e coinvolto 25 ditte», ha sottolineato Farilla. 

Il Sindaco di San Filippo del Mela ha espresso soddisfazione per l’esito dell’incontro e per i toni costruttivi che lo hanno caratterizzato. “Oggi sono state gettate le basi del percorso che ci porterà alla realizzazione della riconversione sostenibile del sito produttivo”.

Condividi questo articolo
3.066 visite