Altra pagina importante nella tradizione dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Ettore Majorana” di Milazzo che, ancora una volta, si pone all’avanguardia nell’attenzione alle esigenze di un territorio e di una comunità scolastica numerosa, ricca e attenta alla sfida che le tematiche ambientali propongono oggi in un panorama nazionale e internazionale problematico ma sensibile.

Da questa sensibilità alla sfida che oggi il tema del paesaggio e dei cambiamenti climatici richiede, l’istituto mamertino, grazie alla presenza nella propria offerta formativa dell’indirizzo di studi “Trasporti e logistica – Conduzione del mezzo aereo” e all’apporto fattivo e propositivo di un corpo docente motivato e competente, nasce l’idea di arricchire la propria già ampia e avanzata dotazione di attrezzature e servizi di una Stazione meteo, la Davis Vantage Pro 2.

«Si tratta – precisa il professore Gennaro Piccirillo, docente di Scienze della Navigazione, Struttura e Costruzione del Mezzo aereo dell’Istituto – di una stazione meteo estremamente versatile e professionale, che riesce a visualizzare in pochi minuti tutti i dati meteo, istantanei e storici, grazie ad una consolle con ampio display multifunzione, quali Lettura e trend di pressione, Wind Chill, Direzione ed intensità del vento, Umidità, Precipitazioni»

Grazie al software weathear link in dotazione all’Itt “E. Majorana” il territorio milazzese, in particolare gli enti locali e, ovviamente tutta la comunità scolastica che vive questa nuova pagina della propria storia come un ulteriore successo del proprio impegno nel percorso di formazione e crescita culturale e umana dei propri alunni, visualizzeranno in tempo reale, 24 h al giorno, 365 giorni all’anno, tutti i dati meteo metereologici diagnosticati, nonché la tracciatura di grafici personalizzati del territorio. Sarà inoltre prossimamente possibile accedere a tali informazioni meteo grazie ad un link collegato direttamente ad un sito internet dedicato disponibile sulla pagina web dell’istituto.

L’installazione della stazione meteo e la sua relativa attivazione vengono salutati dal Dirigente Scolastico, prof. Stello Vadalà, con l’orgoglio di chi guida una realtà scolastica che, proprio per il suo carattere di sistema complesso e innovativo, rappresenta un potenziale che raramente trova riscontro a livello nazionale ed è testimoniato dalla serie di competenze e tecnologie applicate ai vari ambiti e che di fatto si configurano come una prima e fondamentale risposta alle sfide ambientali, paesaggistiche che si intendono affrontare.

Totale sinergia e accordo interistituzionale per la crescita del territorio così come sottolineato anche dalle parole del sindaco del comune di Milazzo Giovanni Formica: «Ancora un’espressione dell’eccellenza che l’istituto Maiorana, con impegno, ha costruito per i ragazzi e per il territorio. Ed ancora un’occasione di collaborazione tra il Comune e la scuola, che permetterà di installare presso il palazzo municipale un monitor attraverso il quale sarà possibile vedere ed ascoltare le previsioni del tempo per la città di Milazzo. Ci tengo a sottolineare precisa l’amministratore che non si tratta di un gioco e che gli studenti, grazie ad una stazione meteorologica moderna e tecnologicamente avanzata, si impegneranno a sviluppare modelli scientificamente solidi ed affidabili. Proprio per questo abbiamo deciso di dedicare uno spazio a questa iniziativa anche sul sito internet istituzionale, in modo che chiunque si colleghi possa ascoltare e vedere le previsioni. Queste forme di collaborazione tra istituzioni rappresentano un momento di sintesi alta tra il lavoro di docenti e studenti e la comunità cittadina. Un punto di contatto che fa cogliere ai ragazzi l’importanza degli sforzi di approfondimento che vengono loro richiesti e fa percepire alla cittadinanza che Milazzo, negli anni, è diventata un punto di riferimento per la formazione delle giovani generazioni. Ovviamente sono risultati brillanti che vanno ascritti al merito del Dirigente Vadalà e del corpo docente. Un gruppo che rappresenta ormai un punto di riferimento per tutta la Sicilia».

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo
813 visite