Salvo Presti

Il teatro Trifiletti sarà oggetto di un significativo restyling grazie a 210 mila euro finanziati dalla Regione siciliana. Il progetto di riqualificazione curato dall’ufficio Europa coordinato da Giovanni Mangano e dall’assessorato ai beni culturali guidato da Salvo Presti è rientrato tra quelli finanziati dall’assessorato regionale ai Beni Culturali nell’ambito di un piano di rilancio dei teatri siciliani. 

I LAVORI. Con i fondi – in base al progetto definitivo presentato alla Regione – si interverrà sul tetto per bloccare le copiose infiltrazioni d’acqua, verrà rifatto l’impianto di climatizzazione che consentirà di abbattere il consumo energetico e sfruttare la struttura dodici mesi l’anno, sarà migliorata l’acustica del teatro e realizzato un piccolo impianto fotovoltaico.

LA DICHIARAZIONE. «Probabilmente questa sarà l’ennesimo finanziamento frutto del nostro impegno, ma i cui risultati verranno ascritti alla nuova amministrazione – dichiara l’assessore Salvo Presti – ma l’importante è che la città possa finalmente godere appieno di questo teatro che a causa di una ristrutturazione “sfortunata” non è stato possibile sfruttarlo appieno»

Sono oltre trentadue milioni di euro quelli messi a disposizione dal governo regionale per la riqualificazione di 161 teatri dell’Isola. I fondi – stanziati per interventi di restauro, ripristino, ristrutturazione, messa a norma e innovazione tecnologica – consentiranno la modernizzazione di strutture esistenti e l’apertura sia di nuovi spazi che di sale chiuse da tempo al pubblico. Le risorse saranno erogate dal dipartimento regionale dei Beni culturali e dell’identità siciliana, diretto da Sergio Alessandro, che ha già predisposto la relativa graduatoria.

I FINANZIAMENTI. Gli enti beneficiari sono Comuni, enti pubblici, istituti scolastici, parrocchie, enti no-profit (fondazioni, associazioni) e imprese private impegnate nel campo teatrale. In base alle istanze pervenute sono state finanziate, su un importo complessivo di 32,3 milioni di euro, 161 strutture così ripartite tra le province: Agrigento, 18 teatri (3,9 milioni di euro); Caltanissetta, 10 (1,8 milioni di euro); Catania, 34 (6,2 milioni di euro); Enna, 7 (1,5 milioni di euro); Messina, 26 (5,1 milioni di euro); Palermo, 29 (6 milioni di euro); Ragusa, 8 (1,6 milioni di euro); Siracusa, 13 (2,8 milioni di euro); Trapani,16 (3,4 milioni di euro).

Nel comprensorio sono stati finanziati anche i teatri dei comuni di Pace del Mela (231 mila euro): Barcellona (219 mila).

Condividi questo articolo
1.116 visite