La iena Luigi Pelazza è sbarcata a Milazzo per un servizio in onda stasera, domenica 17 novembre su Italia Uno, in cui si racconta un metodo illegale di pesca, molto diffuso nel Mediterraneo, dove il 62% dell’habitat rischia di non riprodursi più.Pelazza si è soffermato sull’Operazione Siso, seguendo i volontari dell’organizzazione ambientalista Sea Shepherd che hanno portato a compimento nelle settimane scorse la terza edizione della pulizia dei fondali tra Milazzo e l’arcipelago eoliano. Siso è il capodoglio spiaggiato a Capo Milazzo ed esposto al MuMa, Museo del Mare del castello di Milazzo. Dentro lo stomaco sono stati trovati decine di chili di plastica. A fare visitare il museo il biologo Carmelo Isgrò, anima del progetto, colui che ha recuperato la carcassa del capodoglio e avviato una raccolta fondi per allestire il museo.Luigi Pelazza, nel servizio in onda su Le Iene mostrerà un metodo molto popolare di pesca, ma estremamente pericoloso, basato su accrocchi creati per attrarre molti pesci in una zona limitata di mare: i cosiddetti f.a.d. illegali

Quello che resta degli oltre 1,5 milioni di f.a.d. presenti nel Mediterraneo è una quantità impressionante di plastica, che da trappola per i pesci diventa trappola per tutto l’ecosistema marino, per decine di anni.

GUARDA IL VIDEO: CLICCA QUI

 

Condividi questo articolo
9.865 visite