GUARDA IL VIDEO. C’è anche il mare di Milazzo nel video di Torneremo ancora, l’inedito di Franco Battiato, pubblicata oggi su YouTube. Il videoclip in realtà è un’opera visuale che vuole rappresentare un tributo all’artista, realizzata dal regista milazzese Giuseppe La Spada che già vanta collaborazioni con Marco Mengoni, Luca carboni e tanti altri. Artista interdisciplinare, La Spada volge la sua ricerca al rapporto Uomo-Natura, con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico alle problematiche ambientali. Ha collaborato con artisti internazionali del calibro di Ryuichi Sakamoto e Fennesz

La Spada, con la collaborazione di un altro milazzese, Salvi Micali, ha optato per location che potessero restituire maggiormente il senso dell’impermanenza, ma anche della rigenerazione: l’Etna con il suo comprensorio, dove Battiato ha scelto di vivere, l’Argimusco, a Montalbano Elicona, luogo a lui caro e unico nel suo genere per la densità spirituale, perfetto per un momento di contemplazione e il mare di Milazzo in cui il regista La Spada ha trovato speso ispirazione per i suoi lavori .

Il video inizia con l’acqua, elemento dal quale tutti proveniamo e che come in qualsiasi processo che mira alla ricerca della luce, attraversa le zone impervie, la materia, le nebbie. Nelle riprese hanno collaborato diversi nuotatori mamertini.

Si conclude, invece, con il movimento ciclico di un derviscio, omaggio iconografico a Battiato, gesto inteso a rimettere in moto il tutto, finché non avremo raggiunto la liberazione. «Una scena per me importante – prosegue La Spada – è stata quella finale delle persone in preghiera, un momento toccante anche per le novanta comparse, che hanno vissuto l’istante con grande profondità. Rappresenta l’auspicio di un uomo nuovo, un uomo che perso l’ego sarà in grado di integrarsi davvero con la Natura, le cui forme anche le più piccole e insignificanti sono tutte in relazione in un intreccio caro al maestro, la correlazione quantistica».

Condividi questo articolo
11.340 visite