Il consigliere Massimo Bagli ha presentato una mozione con la quale propone la collocazione di piccole isole ecologiche per lo smaltimento dei rifiuti differenziati vicino  chiese, parchi giochi – quali Piazza Nastasi- e la  Marina Garibaldi, nonché dentro le scuole coinvolgendo alla partecipazione gli enti di interesse.

 “L’avvio della raccolta differenziata il nostro Comune non ha risolto il problema della gestione dei rifiuti – evidenzia il consigliere – e oggi le isole ecologiche a vantaggio di tutta la comunità sono quasi assenti. Ecco quindi che al fine di sensibilizzare la comunità appare opportuno incrementare con piccole isole ecologiche, dedite alla raccolta differenziata, i punti nevralgici della cittadina per facilitare lo smaltimento dei rifiuti”.

Da qui la proposta di collocare nei vari punti le aree ecologiche “privilegiando proprio gli istituti scolastici dove, con la collaborazione anche dei presidi e dei docenti, potremmo aumentare l’attività di sensibilizzazione verso la differenziazione dei rifiuti nelle nuove generazioni”.

Condividi questo articolo
847 visite

5
Rispondi

avatar
400
4 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
#semupessiPeppeDavideDavide Recent comment authors
più recente meno recente più votato
#semupessi
Ospite
#semupessi

Bagli sei proprio uno scienziato!!! Ma come ti viene in mente una cosa del genere??? Con l’inciviltà che regna tra i milazzesi vuoi far diventare scuole, ville e chiese in discariche a cielo aperto??? Ti meriteresti proprio un bel Nobel!!!

Peppe
Ospite
Peppe

Non capisco questo sputarci addosso. Siamo meno civili di altri??? No assolutamente. Dobbiamo darci delle regole precise e rispettarle. La sanzione è educativa.. Non bisogna inventare nulla solo fare “copiato “.

Peppe
Ospite
Peppe

Bravo consigliere Bagli. La raccolta porta a porta è dispendiosa e inefficace. Le isole ecologiche differenziate con cassonetti appositi chiusi che si aprono SOLO dopo aver pesato il rifiuto ed inserito una striscette con il codice identificativo del rifiuto e di chi lo getta. Raccolta SOLO delle attività commerciali identificate. Multe salate ai trasgressori.

Davide
Ospite
Davide

Le isole ecologiche potrebbero funzionare solo se i cittadini (tutti) collaborassero civilmente, adottando comportamenti in linea con le regole e le modalità che una raccolta differenziata richieda. Ma sappiamo bene che ogni cestino, cassonetto, o qualsivoglia punto di raccolta rifiuti si trasformi in breve tempo in un letamaio. Siamo a Milazzo non a Montecarlo, sveglia!

Davide
Ospite
Davide

Seppur la proposta possa risultare degna di rispetto, il consigliere Bagli, sulla base delle suddette osservazioni, dovrebbe comprendere che villa Nastasi, per es., tenderebbe ad assumere le forme più di una discarica che di un luogo a verde attrezzato. Si creerebbero ammassi di scarti d’ogni genere lasciati senza criterio accanto ai contenitori della differenziata. È il caso di dire: un abBAGLIo!