I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Milazzo hanno arrestato il 22enne B.R. e la 24enne C.E., ritenuti responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Per alcuni giorni, i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Milazzo hanno svolto un’attività di osservazione che ha consentito di raccogliere elementi utili per ritenere che il 22enne, peraltro già noto alle Forze dell’Ordine, e la sua convivente fossero dediti allo spaccio di sostanza stupefacente, constatando come nella loro abitazione vi fosse un’assidua frequentazione di giovani.

I militari hanno pertanto svolto una perquisizione domiciliare nell’appartamento occupato dalla coppia e all’interno di vari involucri nascosti in punti diversi della casa, hanno trovato sostanze stupefacenti di diverso tipo.

Sono stati sequestrati complessivamente circa 7 grammi di eroina, due dosidi hashish e poco meno di 2 grammi di marijuana, unitamente a due bilancini di precisione, un rotolo di carta stagnola e la somma in contanti di 885 euro ritenuta provento dell’attività di spaccio. Inoltre sono stati ritrovati alcuni appunti sui quali era riportata la contabilità dell’attività di spaccio. Sui fogli manoscritti erano infatti annotati conteggi in grammi e le relative somme di denaro ricevute.

Al termine delle formalità di rito, i due giovani arrestati sono stati posti agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto e, nella giornata di ieri sono comparsi avanti al Giudice del Tribunale per l’udienza di convalida dell’arresto all’esito della quale è stata applicata nei loro confronti la misura cautelare del divieto di dimora e di accesso nel Comune di San Filippo del Mela.

Nel pomeriggio di ieri, in esecuzione di un provvedimento di aggravamento emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Bologna, i Carabinieri della Stazione di San Filippo del Mela hanno arrestato il 19enne di origini marocchine Z.T.. Il provvedimento di carcerazione è stato emesso poiché il giovane, che era ristretto in detenzione domiciliare presso una comunità della Provincia di Rimini, lo scorso 2 ottobre, si era arbitrariamente allontanato dalla struttura. I militari dell’Arma lo hanno sorpreso a San Filippo del Mela mentre stava tentando di raggiungere l’abitazione dei familiari. 

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso il carcere di Barcellona P.G.

 

Condividi questo articolo
2.673 visite