L’incongruenza più assurda riguarda la Marina Garibaldi, nel tratto adiacente la chiesa di San Giacomo: da un lato uno scivolo che consente di fare attraversare agevolmente la strada sulle strisce pedonali ad anziani, mamme con i passeggini, carrozzelle e dall’altro lato un enorme gradino. L’altro scivolo? Sullo stesso marciapiede a 15 metri di distanza. Questa ed altre storture architettoniche da stamattina saranno risolte grazie all’intervento dell’assessorato Lavori Pubblici che ha avviato dei cantieri che interesseranno la Marina Garibaldi ma anche altre vie del centro.

Dopo un lungo tira e molla e il rischio di perdere le somme a seguito anche di un intervento della Ragioneria generale della Regione, i lavori sono stati avviati, grazie anche all’approvazione degli ultimi bilanci. Rientra nell’ambito del Pac III nuove azioni.

«Si tratta di una prima tranche che prevede un investimento di circa 500 mila euro a cui ne seguiranno altre in futuro», assicura l’assessore Ciccio Italiano. 

Il progetto in questione risale al novembre del 2014 e interessa prevalentemente le vie del centro cittadino. Le strade interessate sono le vie Massimiliano Regis, Manzoni, Enrico Cosenz e Francesco Crispi, nei tratti che presentano maggiori criticità soprattutto per la fruizione da parte di utenze deboli o con specifiche disabilità sensoriali.

Nello specifico gli interventi dovranno perseguire due importanti finalità: la riqualificazione e la modernizzazione dei servizi urbani attraverso il miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

Condividi questo articolo
2.222 visite

6
Rispondi

avatar
400
4 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
totòmilazzese d.o.p.luigifrancescoStanco Recent comment authors
più recente meno recente più votato
francesco
Ospite
francesco

Ritornando al discorso di prima , SE I SIG.ri DIRIGENTI NON LO HANNO NOTATO ,LE BARRIERE ARCHITETTONICHE LI AVETE IN PRIMIS ALL’INTERNO DEL PALAZZO COMUNALE.
UN ESTINTORE POSIZIONATO IN QUEL PUNTO SEGNO QUINDI CHE POTREBBE SCATURIRE UN INCENDIO ALL’INTERNO DEL RIPOSTIGLIO SATURO DI DOCUMENTI CARTACEI,CHI LO DOVREBBE SPEGNERE?

milazzese d.o.p.
Ospite
milazzese d.o.p.

ci scommetto nel centralino vero?

luigi
Ospite
luigi

e’ necessario non far parcheggiare le auto in entrambi i lati in via cosenz e via regis perche’in queste i pedoni sono in strada e le macchine parcheggiate sui marciapiedi

totò
Ospite
totò

come se all’incrocio tra la via Risorgimento e La tre monti(scuola industriale) che il sig.X continua a scambiare lo stallo dello STOP come suo parcheggio privato della peugeot grigio chiaro.
Nessuno al solito nota niente

francesco
Ospite
francesco

faccio notare anzi ricordo al sig.sindaco , ai dirigenti del comune di Milazzo che E’INAMMISSIBILE CHE ANCORA AD OGGI ,ALCUNI DIPENDENTI DIVERSAMENTE ABILI DEL CENTRALINO SIANO COSTRETTI A SVOLGERE IL PROPRIO DOVERE IN UN UFFICIO NON IDONEO AL LORO STATO IN CUI OLTRE ALLA MANCANZA DI UN SISTEMA DI CLIMATIZZAZIONE,DI SERVIZI,E’POSIZIONATO PERSINO UN ESTINTORE A FRONTE DEL RIPOSTIGLIO .

Stanco
Ospite
Stanco

Questo progetto riguarda anche l’eliminazione dal marciapiede dei tavolini, fioriere e quant’altro costringe i passanti a piedi, con passeggini o su sedie a rotelle a scendere in strada per poter passare ? una Via a caso in pieni centro e credo sotto lo sguardo di tutti (amministrazione, vigili …) la Via Cumbo Borgia ed altre vie … Bar … Rosticcerie … Pizzerie … Mhaaa che Città …