Pietro Formica (FOTO OGGI MILAZZO)

Il movimento politico del governatore regionale Nello Musumeci approda nel consiglio comunale di Milazzo. Secondo indiscrezioni, in apertura di seduta a formalizzare l’adesione a “Diventerà Bellissima” – con la contestuale composizione del gruppo consiliare – saranno gli esponenti del gruppo misto Simone Magistri (destinato a fare il capogruppo), Mario Sindoni e – questa la vera sorpresa – Pietro Formica che lascerà così Ora Milazzo e  la coalizione che sostiene il sindaco Formica.

Se per Magistri e Sindoni l’adesione era già nota agli addetti ai lavori (il primo è stato candidato alle Regionali a sostegno di Musumeci ed ha una posizione “autonoma”, il secondo è vicino al deputato Pino Galluzzo) la sorpresa è per Pietro Formica che, fra l’altro, è legato a vincoli di parentele con il primo cittadino. Il consigliere Formica, in verità, è sempre stato vicino al centro destra e, in particolare, a Forza Italia nell’area guidata da Salvo Pogliese, attuale sindaco di Catania, che nel maggio scorso è transitato in Fratelli d’Italia. Quattro anni fa è stato eletto nella civica “Ora Milazzo” e faceva gruppo con Nino Italiano.

Mario SIndoni (FOTO OGGI MILAZZO)

Condividi questo articolo

guest
11 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
perplesso
perplesso
3 anni fa

che facce intelligenti dalle foto..speriamo sia solo un problema di “facciata”. Cmq diventerà bellissima è stato un fallimento, è vero che ha ottenuto il potere in regione, ma per il resto il VUOTO. Ma loro lo sapevano..infatti è al futuro “diventerà” ..ma non si sa in quale era e per merito di chi…Quanto sarebbe bello eliminare il consiglio comunale per le città sotto i 50 mila abitanti..

domenico giorgianni
domenico giorgianni
3 anni fa

bellissima ?? ma a me pare ancora brutticedda

Carmelo
Carmelo
3 anni fa

I nostri consiglieri hanno avuto 5 anni di tempo per costruire una sana politica locale indipendente dai colonizzatori vicini o lontani, evidentemente hanno fallito se stanno a cercare padrini politici in cerca anche loro di affermazione sul territorio. Se ne facciano una ragione, nessun voto fuori città.

UnMilazzese
UnMilazzese
3 anni fa

Speriamo che anche Milazzo “diventerà bellissima”. Il rischio del contrario è alto.
Esempio la Marina Garibaldi: Dopo averla ridotta ad un parcheggio di supermercato, ora rimosso, adesso la si vuole oltraggiare con il megalomane ecomostro/ecoporto, che eco non è, che deturperà la visione della baia di Milazzo. Niente più vista aperta sul mare, vista della costa. Solo cemento e alberi di barche

Mario
Mario
3 anni fa

AAA È cominciato il gioco del salto della quaglia chi si posiziona nel posto giusto vince una poltronapoveri milazzesi