La Segreteria Provinciale del sindacato Uiltrasporti Messina interviene a tutela dei lavoratori impiegati nel cantiere Milazzo nei servizi di igiene ambientale a seguito del sequestro di un mezzo ad opera dei vigili urbani poichè risulta essere stata riscontrata la presenza di abbondante percolato sull’asfalto dovuto, secondo quanto accertato, allo sversamento durante le operazioni di trasbordo dei rifiuti da un mezzo all’altro. Analoghe problematiche sono state riscontrate in altre zone della città.

In attesa che sia fatta «massima chiarezza» sui fatti, la Uiltrasporti ritiene necessario porre l’attenzione sullo «stato logistico e di sicurezza igienico sanitario, ed il rispetto della normativa vigente in materia in cui i lavoratori operano da svariati mesi transitando da una ditta all’altra in attesa dell’esito conclusivo del ricorso al tribunale per l’aggiudicazione del bando di gara dei sette anni».

Il sindacato chiede al Comune, nella qualità di committente, di verificare le condizioni in cui operano gli operai e di disporre insieme alla ditta che opera, «le procedure e le regole da seguire, nel rispetto delle norme e del territorio, mettendo nelle condizioni i lavoratori di potere svolgere il proprio lavoro».

Condividi questo articolo
903 visite