Ad accogliere i piccoli studenti della media Luigi Rizzo sarà una perdita d’acqua che da metà giugno sgorga dall’ingresso della scuola di via Risorgimento. A segnalarlo ad Oggi Milazzo dei genitori che ritengono assurdo non solo il mancato intervento ma anche lo spreco di prezioso liquido in un momento, quello estivo, in cui la carenza idrica è stata avvertita in molte zone.

Domani una delegazione capeggiata dalla dirigente scolastica Alma Le Grottaglie, composta da docenti e genitori, si recherà a Palazzo dell’aquila per protestare direttamente con il sindaco Giovanni Formica. a deciderlo è stato il consiglio d’istituto che ha trattato l’argomento nell’ultima riunione. «E’ da mesi che faccio segnalazioni al Dipartimento Lavori Pubblici e puntualmente mi promettono un tempestivo intervento – spiega la dirigente Le Grottaglie – ma fino ad oggi l’unica cosa certa è uno spreco assurdo di acqua oltre al pantano viscido pericoloso che mette a repentaglio l’incolumità di chi entra ed esce da scuola».

I ritardi sarebbero legali alla definizione di un appalto per la manutenzione delle strutture scolastiche cittadine. 

«Nonostante le varie segnalazioni la cosa va ormai avanti dalla metà di giugno – scrive una mamma alla nostra redazione – Oltre allo spreco di un bene così importante, la continua fuoriuscita d’acqua ha provocato la formazione di una patina viscida sul pavimento, molto pericolosa per chiunque dovesse transitare per entrare in istituto,a maggior ragione visto l’approssimarsi dell’inizio dell’anno scolastico».

Condividi questo articolo
2.118 visite