Peppe Falliti

Un recente incendio nell’alveo del Niceto fa scoprire una pericolosa discarica a cielo aperto. Residui di sfridi di costruzioni, pneumatici, sacchi di spazzatura ma, purtroppo, anche eternit con amianto. La situazione rischia chiaramente di avere gravi conseguenze per l’ambiente e per la salute pubblica. Opportuno sarebbe provvedere immediatamente alla bonifica del greto della Fiumara prima che le pioggie portino a mare i rifiuti.

«L’incendio – spiega Peppe Falliti, fondatore del Wwf di Milazzo – ha distrutto parte della vegetazione e provocherà il facile trascinamento a mare di tutti i rifiuti. Sicuramente interessante sarebbe rinaturalizzare l’intera Fiumara magari creando un parco urbano tra i comuni di San Pier Niceto e Monforte. Gli enormi pioppi e i grandi cespugli di Tamarice, opportunamente valorizzati, sarebbero un’attrazione naturalistica, paesaggistica e, conseguentemente, turistica per l’intero Comprensorio. Progetti di rinaturalizzazione dei Torrenti Siciliani creerebbero posti di lavoro e riqualificazione dell’ambiente».

Condividi questo articolo
806 visite