Ordinanze non rispettate, e mancanza di senso civico. Un lettore di Oggi Milazzo racconta i disagi subiti per raggiungere il Tono di Milazzo dove gli stalli per disabili si trovano solo sulla…carta.. Ecco la lettera inviata alla mail redazione@oggimilazzo.it

Come tanti miei amici, ho dovuto lasciare la mia meravigliosa terra per lavoro, ma torno volentieri quando mi è possibile. Ho scoperto con piacere lo scorso anno che l’angolo di paradiso che è la ‘Ngonia del Tono sia stato pedonalizzato e restituito alla collettività, a mio avviso un ottimo modo per valorizzarla.

Ho appreso, purtroppo, a mie spese che non è stato e non viene fatto molto per permettere anche a chi ha difficoltà motorie di poterne fruire: quando nel 2018, volevo andare al mare nei pressi della piazza ‘Ngonia Tono, dopo essermi accertato che gli unici due posti destinati al parcheggio per titolari di contrassegno disabili erano occupati, ho ritenuto di poter parcheggiare nel parcheggio con spazi delimitati a spina di pesce nelle immediate vicinanze dell’inizio dell’area di divieto di transito (disciplinata dall’ordinanza dirigenziale n° 54 dell’11/7/2018, di cui all’epoca ignoravo il contenuto), senza che il veicolo fosse di intralcio per la circolazione.

Risultato: sono stato multato per divieto di sosta, poiché l’ordinanza che limitava il transito nella suddetta piazza consentiva il transito “Ai veicoli dei diversamente disabili in possesso di contrassegno, per il tempo necessario al fine di consentire al soggetto, diversamente abile, di poter accedere in spiaggia”.

Sono titolare di contrassegno disabili che avevo regolarmente esposto sul mio veicolo e, essendo l’unico occupante del veicolo, non avrei avuto modo di parcheggiarlo altrove per recarmi a quella spiaggia.

Trovando che questa ordinanza limitasse la mia libertà e ho fatto ricorso al Prefetto chiedendo l’annullamento del verbale.

Ritornato quest’anno, scopro che la suddetta ordinanza è stata sospesa dal TAR e, in aprile, ne è stata emessa una nuova che, sostanzialmente, ricalca i contenuti di quella sospesa. Il risultato è l’impossibilità di parcheggiare nei pressi della ‘Ngonia poiché anche uno dei due stalli disabili presenti su via del Tono di fronte a via delle Magnolie è stato sostituito da un divieto di sosta e fermata (sebbene la segnaletica orizzontale gialla sia ancora visibile…).

L’unico stallo presente nella piazza è sempre occupato, a volte anche senza diritto, comportamento incivile e grave riscontrato, purtroppo, spesso in altri parcheggi.

Apprendo, però, di una seconda ordinanza che prevede la realizzazione di tre nuovi stalli in via della Magnolie e un quarto in via del Tono, datata aprile 2019 che, ahimè, non è stata messa in essere con la stessa solerzia adottata per quella che disciplina il transito nella piazza.

Anche la sosta a tempo tramite disco orario sul lato monte di via del Tono non viene rispettata dai cittadini, e parcheggiare al Tono è diventato impossibile.

I controlli sembra siano inesistenti, spero che i Carabinieri possano trovare il tempo per fare un giro da quelle parti come fatto in Marina Garibaldi e chi legga questo articolo possa farsi un esame di coscienza quando occupa indebitamente uno stallo disabili.

Milazzo, città che adoro, non è un paese per disabili.

F.G.

Condividi questo articolo
2.866 visite

8
Rispondi

avatar
400
6 Comment threads
2 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
8 Comment authors
NelloDanieleInterlandAntonioPeppe Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Nello
Ospite
Nello

Questa città ormai è terra di nessuno! Parcheggi selvaggi(basta una passeggiata su via Giorgio Rizzo dove i numerosi parcheggi privati occupano anche i marciapiedi),sosta creativa a Ponente(accanto al Lido la Fenice spesso si rimane prigionieri per mancanza di varchi di uscita),campi nomadi su tutto il litorale (centinaia di roulotte che scaricano liquami sulle nostre spiagge).Chi controlla dov’è?

Daniele
Ospite
Daniele

In modo abbastanza ovvio, una contravvenzione non puo’ essere elevata sulla base di una ordinanza. E’ necessaria la segnaletica. Ci mancherebbe che di ogni citta’ che visito in automobile io debba studiare tutte le ordinaze degli ultimi dieci anni.

Peppe
Ospite
Peppe

Purtroppo si deve constatare che l’inciviltà regna sovrana nella nostra città. I cittadini sembrano andare a briglie sciolte senza nessuna remora . I controlli inesistenti agevolano questa anarchia,infatti la pizzeria del centro continua imperterrita tra lo stupore dei passanti ad occupare tutta la strada. Complimenti Sindaco,dirigente della polizia municipale, e solerti agenti…

luigi
Ospite
luigi

questo e’ solo il paese per i turisti non c’e’ rispetto per i milazzesi e tanto meno per i disabili.

Gennaro
Ospite
Gennaro

Spero che la Polizia intervenga a sanzionare invece di far finta di nulla, si vergognino.
Non esistono solo i Carabinieri, esigo un internvento di tutte le altre forze dell’ordine affinché questo paese torni alla civiltà .I controlli devono essere fatti in tutta Milazzo e non solo nel centro. Inoltre i marciapiedi devono essere lasciata liberi per il passaggio e non usati dai ristoranti.