Da sinistra Tindaro Ullo e Nino Sant’Angelo

Nel golfo di Cefalù, domenica 11 agosto si è svolta la quinta tappa del Grand Prix Sicilia Open Water, gare in acque libere valevole per il circuito nazionale Fin, organizzata da Nuoto Kepha Asd ed Olympia Palermo. La manifestazione prevedeva la 5 chilometri e nel pomeriggio il miglio.

A gareggiare le due squadra mamertine: per la Nuoto Milazzo di Pippo Nicosia, nella 5 km, Nino Sant’Angelo che, tra i M45 , con il tempo di 1h51’ è arrivato in undicesima posizione e Tindaro Ullo che, tra gli M40, con il tempo di 1h36’ si piazza invece al quinto posto. Questa prima edizione di Cefalù, invece, segna un record per la giovane Swimblu che in una gara di nuoto in mare riesce a portare ben 11 tesserati confermando l’ottimo trend intrapreso in questa stagione.

Simone Scibilia

Cristina Faranda con un terzo posto assoluto e 3 di categoria M40 fa il tris in questa stagione d’esordio con la Swimblu: tre gare e tre podi.

Anche Simone Scibilia sale sul 3 gradino del podio M40 con un tempo di assoluto rilievo. Il capitano della squadra ha condiviso il 1 gradino con il vincitore master della gara internazionale sullo stretto di Messina disputata la settimana scorsa Ma a fare il bis di medaglie è l’ex difensore e tecnico Antonino La Rosa. classe 1961, M55. Con due terzi posti sia nella 5km che nella gara del miglio disputata il pomeriggio aggiunge nel suo palmares due belle medaglie.

Renato Bambara (gara dei 5km), Sebastiano Celi (anche lui gara dei 5 km), Simone Ruggeri (fresco della TraverSiso non ha voluto rinunciare a stare con i suoi compagni di squadra per disputare la 5km ), Ronal Mento (solo la 5km), Santi Grillo (ha disputato le due gare 5km e il miglio), Salvatore Andaloro (anche lui tutte e due le gare), Gianluca Venuti (gara del miglio), Angela Briuglia (gara del miglio).

Condividi questo articolo
1.440 visite