Stasera si parte. La IV edizione del Mish Mash Festival aprirà i battenti al Castello di Milazzo alle 18,30. Protagonista della prima serata in cui si potrà accedere gratuitamente (le altre tre serate saranno a pagamento) sarà la musica, che al festival si accenderà sin da subito sull’Island Stage, il palco più piccolo all’interno del Mish Mash, che gode del panorama mozzafiato sulla baia del Tono di Milazzo. Bangover Crew di Palermo, Basiliscus P di Messina, Fico di Catania e Aspra Dimora Klan di Barcellona Pg. sono chiamati ad inaugurare le danze, a dimostrazione della grande etereogenità del festival che sa pescare non solo tra generi diversi, ma anche da ogni luogo della Sicilia e dell’Italia.
 
Ma Mish Mash significa anche arte. Continua la collaborazione con il digital artist Giuseppe La Spada che quest’anno con la partecipazione di Alice Invernici si occuperà di un tema  alui molto caro, plastica ed acqua, in un opera tutta da scoprire e che verrà presentata in anteprima assoluta al Mish Mash, per poi rimanere come mostra permanente al MuMa di Milazzo. In programma anche Nuuco, artista messinese che grazie al supporto dell’azienda self srl (specializzata in recupero e riciclo della plastica) presenterà anche lui un’opera vicina alle tematiche ambientali. In cartellone anche Spos.art , gli artisti contemporanei del collettivo Flock e la compagnia di danza guidata dalla ballerina Luana Saitta.
 
 

Condividi questo articolo
1.905 visite