Il consigliere comunale Massimo Bagli ha chiesto al sindaco di predisporre degli interventi per risolvere il problema della segnaletica orizzontale e dell’illuminazione nella strada di Ponente.

Bagli evidenzia che nel periodo estivo la densità del traffico veicolare aumenta soprattutto nella riviera di Ponente dove però la strada che collega il campo sportivo al Tono è quasi del tutto sprovvista di segnaletica orizzontale per l’attraversamento pedonale (quel che è rimasto è praticamente cancellato), ma anche di pubblica illuminazione.

Da qui la richiesta di “predisporre con la massima urgenza, tutti gli atti necessari per la messa in sicurezza delle strade cittadine allestendo un crono-programma per il rifacimento della segnaletica stradale, sia orizzontale che verticale, su tutto il territorio urbano e periferico del comune nonché la messa in sicurezza dei pali della luce della via Grotta Polifemo”.

Condividi questo articolo
698 visite

3
Rispondi

avatar
400
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
Milazzese incazzatoLisaTunisi Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Milazzese incazzato
Ospite
Milazzese incazzato

Non volete capire che le macchine a ponente sfrecciano come se fossero al circuito di monza, ci vogliono i dossi 20 metri prima del semaforo, prima dello svincolo della gobba del cammello, prima dello svincolo di massimo regis e prima delle cupole,sono anni che lo ripetiamo. Perchè non si fa mai qualcosa di buono in questo paese, perchè tutti pensano alla poltrona ed ai soldi, anni di devastazione

Lisa
Ospite
Lisa

Aggiungerei inserimento di luce a led nella marina Garibaldi si è a lume di candela da anni

Tunisi
Ospite
Tunisi

La segnaletica già’ esistente,come i divieti di accesso e di sosta in via Nettuno non sono rispettati da nessuno e le transenne piazzate nello sterrato,inizio Tono,sono scomparse.Caro Bagli non basta solo installare segnaletica e fare ordinanze,ma è’ prioritario vigilare nel rispetto di un normale e consentito flusso di auto,nella speranza che non si verifichi mai una tragedia già’ annunciata.