Il consiglio comunale ha approvato a maggioranza con 14 voti favorevoli e 7 astenuti la mozione smoke free presentata dalla consigliera comunale Valentina Cocuzza. Il voto è stato preceduto da un intenso dibattito. L’argomento dovrà ora essere sottoposto all’amministrazione Formica che dovrà emanare l’atto definitivo. Le perplessità, comunque sono tante. Se sul valore simbolico c’è poco da dire, il rischio concreto è che diventi solo una pura enunciazione.

I consiglieri Oliva, Saraó e Spinelli, infatti, pur apprezzando lo sforzo di educazione della collega e pur condividendo i principi contenuti nella mozione, hanno manifestato alcune perplessità sulla possibile attuazione della mozione per la carenza di vigili che potrebbero controllare i trasgressori e per le sanzioni anche penali che graverebbero sui trasgressori in base all’art. 650 del codice penale. Di diverso avviso invece i consiglieri Italiano, Capone, Foti, Midili e Nastasi.

Italiano si è dichiarato favorevole ritenendo che sia necessario “sensibilizzare la cittadinanza, contro l’inciviltà milazzese”, mentre Foti ha sottolineato che nel corso di questi mesi tantissimi Comuni siciliani, anche della provincia di Messina, si sono mossi su questo fronte e su questa tematica.
La smoke free tra l’altro – ha aggiunto il consigliere – si lega strettamente alla plastic free e Milazzo su questo argomento ha risposto in maniera forte con numerose iniziative lanciate da alcune realtà associative. È chiaro che l’amministrazione utilizzerà i metodi che ritiene più opportuni per cercare di rendere concreti questi due atti di indirizzo, plastic free e smoke free, e mi auguro che a breve vengano emanate le due ordinanze.

Il consigliere Pippo Midili ha sottolineato il valore civico dell’iniziativa sottolineando che l’ordinanza haa un valore assoluto e quindi va fatta. Ha ricordato anche che l’amministrazione comunale di Milazzo in un convegno tenutosi a Santa Lucia del Mela poco tempo fa dichiaró che a brevissimo avrebbe fatto un’ordinanza plastic free per la città di Milazzo e che avrebbe inserito anche la smoke free. Aggiungendo inoltre che comunque tra due anni per legge i lidi saranno obbligati ad avere delle aree dedicate al fumo ed il resto sarà smoke free.

Condividi questo articolo
1.856 visite

4
Rispondi

avatar
400
4 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
Ezechiele 25_17perplessoMilazzese incazzatoillo Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Ezechiele 25_17
Ospite
Ezechiele 25_17

Non è sbagliato, ma in una città dove la “gente” non raccoglie nemmeno i bisogni dei propri cani, figurati cosa gliene frega della sigaretta in spiaggia. A Milazzo ci vorrebbe un esercito stile SS! Sbagli? Ti faccio passare la voglia!

perplesso
Ospite
perplesso

tutti i fumatori che non solo fumano ma lasciano la cicca sulla spiaggia..e vorrei dire al “consigliere” Italiano che l’inciviltà non è solo milazzese ma di tutto il comprensorio da barcellona fino a tutta la valle del mela..che bei tipi che si incontrano a mare..!Ci vorrebbero multe salate o manganellate.. siamo uno stato dove se non vieni manganellato nn segui alcuna regola

Milazzese incazzato
Ospite
Milazzese incazzato

Ma ci state prendendo in giro?????….., un consiglio comunale per le sigarette in spiaggia, ci sono migliaia di problemi in questo paese e voi pensate alle sigarette, prima delle sigarette dovete togliere la spazzatura, quella grossa, i sacchi, tutta la sporcizia che c’è in giro per milazzo…..

illo
Ospite
illo

Iniziativa bellissima..ma guardate in faccia la realtà SIAMO ALLO SBANDO!!!