Gianfranco Nastasi e Gianni PIno

La viabilità all’ingresso dei comuni di Milazzo e San Filippo del Mela continua a tenere banco nell’agenda politica delle due amministrazioni. Stamattina al comune di Milazzo si è tenuto un consiglio comunale congiunto, convocato dal presidente Gianfranco Nastasi, che ha visto la presenza di consiglieri comunali dei due centri, oltre dei rispettivi sindaci.

Oggetto del contendere rimane la “barriera” dell’Anas che impedisce il deflusso di eventuali file e costringe gli automobilisti ad un inutile gimkana per raggiungere i caselli autostradali. In realtà di concreto c’è stato poco. A pesare l’assenza dei dirigenti del comune di Milazzo (dalla polizia municipale all’ufficio tecnico), dell’Anas e dell’Irsap (ex area industriale). Unici presenti Filippo La Malfa , comandante della polizia municipale di San Filippo del Mela, e Anna Sidoti, dirigente del Consorzio autostradale (Cas).

Alla fine si è deciso di rinviare tutto. Il presidente Nastasi si è impegnato a chiedere una conferenza dei servizi direttamente all’assessorato regionale alle Infrastrutture. Il sindaco di San Filippo del Mela lavorerà anche per proseguire il lavoro di un tavolo tecnico avviato all’inizio dell’anno in cui discutere non solo della sopraelevata che colleghi i caselli all’asse viario di Milazzo ma anche soluzioni tampone.

A rappresentare il consiglio comunale di San Filippo del Mela il presidente del consiglio Valentino Colosi, l’assessore Carmen De Matteo, il capo della maggioranza Francesco Iarrera, gli esponenti di opposizione Carmelo Fiorello, Federica Scibilia, Annalisa De Gaetano. Poca partecipata la seduta da parte dei consiglieri mamertini (assenti la metà).

L’argomento sarà oggetto anche di una interrogazione parlamentare al’Ars a firma dell’onorevole Tommaso Calderone (Forza Italia) e di un intervento dell’onorevole Pino Galluzzo ma anche del deputato nazionale Alessio Villarosa sensibilizzati da una nota del Centro commerciale naturale del centro di Milazzo, guidato da Pippo Russo.

«Presenterò al più presto una interrogazione parlamentare affinché l’Anas trovi una soluzione al caos creato all’innesto dell’asse viario di Milazzo – ha detto Calderone – La città che è sede di impianti industriali ad alto rischio non può continuare a trovare blocchi in uscita. E’ anche importante tenere in considerazione che l’Ospedale di Milazzo è punto di riferimento per vari Comuni della zona tirrenica e deve essere facilmente raggiungibile».

Non di meno l’onorevole Pino Galluzzo. «Conosco molto bene il problema, poiché percorro giornalmente l’asse viario di Milazzo. Investirò del caso il presidente Musumeci e l’ass. Falcone poichè non è possibile che la tortuosa soluzione viaria realizzata dall’Anas, in via “provvisoria”, più di 10 anni fa debba ritenersi definitiva. Deve essere chiaro a tutti che i new jersey posti all’uscita creano un pericoloso blocco ad una eventuale emergenza e dobbiamo porre rimedio».

Condividi questo articolo
1.112 visite