Rimane in prognosi riservata il giovane investito giovedì sera all’ingresso dell’asse viario in cui vagava in stato confusionale. Il ventitreenne di San Filippo del Mela non veniva rintracciato da due giorni poichè si era sottratto ad un trattamento sanitario obbligatorio ed aveva fatto perdere le sue tracce.

Il tso si era reso necessario in quanto si era barricato nella sua casa di Olivarella minacciando i presenti. Determinante l’intervento del comandate della stazione dei carabinieri di San Filippo del Mela per convincere il giovane a calmarsi e seguirli.

Il giovane ha fatto perdere le tracce dopo la visita al pronto soccorso di Barcellona in cui era stato condotto dai vigili urbani filippesi (gli era stata assegnata come destinazione una struttura psichiatrica di Corleone).

A causa dei traumi riportati nell’incidente il giovane di Olivarella è stato prima trasportato d’urgenza all’ospedale Fogliani di Milazzo e poi in elisoccorso al “trauma center” di Villa Sofia a Palermo

Condividi questo articolo
6.031 visite