Il gruppo civico “Fare Milazzo” chiede alla Regione di fare un passo indietro sulla nomina di Marco Pettinato nel cda della Fondazione Lucifero di Milazzo.La nomina è stata annunciata ma ancora non decretata dall’Assessorato regionale alla Famiglia.

Il movimento civico fa appello all’assessore Scavone e al Presidente Nello Musumeci chiedendo «di valutare con saggezza l’opportunità di tale scelta».

Certamente – sottolineano in una nota – le finalità dell’ente stridono con l’inchiesta giudiziaria in atto che vede coinvolto il sindaco di Fondachelli Fantina e dei congiunti (complessivamente sono 14 gli indagati) anche se ancora nella fase di richiesta.

L’inchiesta è legata a presunte irregolarità nella gestione di centri di accoglienza per adulti e minori non accompagnati del comune tirrenico.  Le indagini sono partite da un esposto di “Save the Children”, associazione internazionale a difesa dei minori. Pettinato, per una beffarda coincidenza del destino, dovrebbe sedere in una fondazione che ha come statuto quello di aiutare minori in difficoltà.

«Fare Milazzo, ripone fiducia nel Presidente Musumeci da sempre sensibile alla questione etica e morale e nell’assessore Scavone – conclude la nota –  altresì chiede un intervento alle deputazioni locali affinché si pongano da garanti per il bene dell’Ipab riconosciuta istituzione importante della nostra città a tutela dei bambini gracili e bisognosi di cui l’ente si prende cura».

Condividi questo articolo