Manca poco più d’un mese alla quarta ed attesissima edizione del Mish Mash Festival al Castello di Milazzo (11, 12, 13 e 14 agosto) e l’atmosfera intorno al Festival milazzese si fa sempre più rovente: parola di Lucrezia Muscianisi, presidente dell’Associazione Culturale Mosaico, che assicura: “la vendita di biglietti di quest’anno ci sta sconvolgendo. In un certo senso ci speravamo, ma non credevamo potessimo andare così bene. Ci scrivono ogni giorno in tantissimi: band che vorrebbero esibirsi, artisti artigiani o commercianti che vorrebbero esporre, giornalisti che cercano di saperne qualcosa in più su di noi. Devo dire che è veramente una soddisfazione, dopo l’impegno e i sacrifici fatti in questi anni. Siamo felici.

Merito dei sacrifici, sicuramente, ma anche dei nomi sorprendenti che da anni il Festival è riuscita a tirare fuori dal cilindro e portare nello splendido Castello di Milazzo. Negli anni scorsi si sono esibiti musicisti poi saliti alla ribalta nazionale quali Calcutta, Carl Brave, Franco 126, Gazzelle, che ora spopolano in radio e nei palazzetti lungo lo stivale.
Il Mish Mash però dimostra di non avere esaurito le proprie cartucce: il cartellone di quest’anno vanta artisti del calibro di Nitro, Nada, Pinguini Tattici Nucleari, Eugenio in via di Gioia, I Hate My Village sono solo alcuni degli artisti che si esibiranno al Festival, tutti nomi di prestigio quanto meno nazionale, con centinaia di migliaia di followers e fan lungo tutto lo stivale, una marea di giovani (e non solo) pronti a riversarsi per le strade di Milazzo.

Condividi questo articolo
955 visite