Nico Caragliano

L’Asd Milazzo comincia a muovere i primi passi ufficiali. Dopo le varie fasi interlocutorie con diverse ipotesi di fusioni la certezza è che la squadra parteciperà al prossimo torneo di promozione ma con la richiesta di ripescaggio in eccellenza. Un ulteriore mossa in cantiere è riservata ai vari incontri con la tifoseria e la volontà di acquisire un ulteriore “titolo” meritorio dell’attenzione degli sportivi mamertini. Nel frattempo, in attesa dell’assestamento societario e quindi del nuovo assetto e le cariche, s’è già pensato alla conferma tecnica con Nico Caragliano che guiderà anche in questa stagione la squadra cara al presidente Franky Alacqua.

Il trainer mamertino ha resistito alle varie offerte ricevute dopo l’ottima scorsa stagione preferendo scommettere ancora con i rossoblù milazzesi. Confermato quindi in toto lo staff tecnico con Omar Baeli preparatore atletico e Vincenzo Alosi dei portieri, è probabile che anche Antonio Di Blasi resti come secondo. Nel frangente s’è messa in moto anche la macchina guidata dal dirigente sportivo Angelo Caragliano per allestire l’organico per la nuova stagione.

Ed il primo colpo è di valore considerando le esperienze che il venticinquenne Peppe Scibilia ha alle spalle. Cresciuto nel Valle del Mela, dove appena sedicenne ha vinto il campionato di prima categoria) il portiere residente a Pace del Mela ha poi spiccato il volo verso Barcellona dove con l’Igea Virtus ha vinto due campionati (promozione ed eccellenza) disputando anche due stagioni in serie D. Ottima quindi la scelta che va a coprire un ruolo fondamentale, quello del portiere, che rappresenta il punto di partenza e la fonte di sicurezza di un reparto. Dovrebbe pertanto anche quest’anno rappresentare tale reparto un fiore all’occhiello considerando la riconferma di tutte le pedine della scorsa stagione (solo Pergolizzi probabilmente lascerà ma è già stato individuato l’uomo giusto per sostituirlo).

A rinforzare l’organico arriverà un centrocampista metodista che detterà i ritmi mentre l’attacco ha già il centravanti da oltre la doppia cifra che l’anno scorso (anche per l’infortunio patito da La Corte) è forse mancato. Il direttore Caragliano lo ha già contattato ed bloccato. Pertanto servirebbe poi una spalla e le voci si rincorrono all’indirizzo di Riccardo Mormino che bene ha fatto l’anno scorso con la Tre Esse di Brolo. Se poi dovesse arrivare l’eccellenza, ulteriori sceneri di mercato si potrebbero aprire ma nel taccuino del ds ci sono già i nomi pronti e che hanno già dato il proprio benestare.

Nei primi giorni di luglio è poi programmato uno stage per giovani calciatori per individuare gli ulteriori innesti da inserire nell’organico di prima squadra e rafforzare la juniores che già tanto bene ha fatto la scorsa stagione vincendo il proprio girone ed accedendo alla fase regionale.

Condividi questo articolo
1.183 visite