“Il contributo dell’Antroposofia nella formazione medica” è questo il tema della conferenza in programma lunedì 10 giugno alle 10 a Palazzo D’Amico. Al centro del dibattito la discussione sugli aspetti innovativi in campo medico forniti dalla legislazione regionale, e il valore dell’integrazione tra la prescrizione del farmaco tradizionale e le medicine integrative, come quella Antroposofica, riconosciuta ufficialmente dalla Regione Siciliana ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 07.02.2013 con decreto n° 983 del 30-05-2018, grazie a Riccardo Nocifora, che ha curato i rapporti amministrativi. Ad aprire i lavori sarà l’onorevole Pino Galluzzo, Deputato Ars, Componente della Commissione Salute della Regione siciliana. Porgeranno i saluti: il Sindaco di Milazzo, Giovanni Formica, e Gianfranco Nastasi, Presidente del Consiglio. Interverranno: Riccardo Nocifora, Medico Antroposofo, Componente Regionale per le Medicine Complementari, Salvatore Amato, Presidente dell’Ordine dei Medici di Palermo e Carmelo Samonà, scienziato e Medico antroposofico, membro del Collegio di Presidenza della Società Antroposofica in Italia.

Sarà presente l’Assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.

Una tappa importante quella raggiunta dal Gruppo Medico Antroposofico Siciliano con l’avvio di un progetto, coordinato dalla Società Benefit Rinascita 18, insieme a Carmelo Samonà e a Riccardo Nocifora, membri fondatori del Gruppo Medico Antroposofico Siciliano che vede in prima linea l’Alta Formazione nel campo della Medicina Antroposofica. Un passo avanti, quindi, per il tema della salute in Sicilia, la seconda Regione italiana, dopo la Toscana, a ufficializzare la pratica della Medicina Antroposofica come opportunità di allargare gli orizzonti conoscitivi di coloro che operano nel campo della cura.

Il progetto è ad ampio respiro e interessa tutto il territorio nazionale, anche se parte dal capoluogo siciliano. «Lo scopo – afferma Carmelo Samonà – è quello di diffondere il più possibile una visione umanizzante della medicina che consideri l’individuo nella sua totalità e la malattia come processo determinato sia dalle caratteristiche biologiche dell’individuo, che dalla sua biografia, cioè dal vissuto che porta con sé».

Le attività in programma previste dal progetto di Alta Formazione si svolgeranno tra Palermo e Venetico Superiore (Me), grazie ad un protocollo d’intesa firmato tra il Comune messinese e la Società Benefit Rinascita 18, coordinatrice delle iniziative. Tra queste, il Corso triennale in Medicina Antroposofica 2019-2021 che è iniziato a Palermo il 18 e 19 maggio scorsi. La conferenza è aperta ai medici e a tutti coloro che, a vario titolo, operano nel campo della cura.

 

 

Condividi questo articolo
429 visite