Rosa Angela Fabio

Sarà inaugurato oggi, giovedì 6 giugno, la rassegna “L’io plurale: conversazioni sul presente” a cura di Felice Oteri e Cognitio, associazione italiana per la consulenza di direzione e l’alta formazione. L’appuntamento è alle ore 10 nell’aula magna del Liceo Impallomeni di Milazzo con Rosa Angela Fabio, docente di psicologia generale dell’Università di Messina. Il tema dell’incontro è: “La comprensione: aspetti cognitivi, metacognitivi ed emotivi“. Si tratta del primo di una serie di appuntamenti che si concluderanno ad ottobre. Tanti i nomi di rilievo: dall’ex direttore del TG1, Andrea Montanari alla psicoterapeuta e scrittrice Stefania Andreoli.

«Le conversazioni sul presente – spiega Felice Oteri – vogliono esprimere il proprio tempo attraverso la mediazione concettuale e si propongono come una sorta di “guida critica” capace di suscitare ulteriormente il dibattito sui temi dell’identità, dell’alterità e del riconoscimento e dei modi del mondo».

Oteri, formatore di decine di aziende in tutta Italia, spiega cosa è “L’Io Plurale”. «E’ l’io contemporaneo, un io ulteriore che, senza smarrire la coscienza dinamica di sè, sappia riconoscere la rilevanza dell’ineludibile e coessenziale comnicazione vitale con l’altro. Una sfida ulteriore della complessità e della vita quotidiana che si può fronteggiare soltanto individualmente insieme agli altri».

Questi gli incontri inseriti in rassegna che si terranno principalmente nella sala conferenza dell’Eolian Milazzo:

Sabato 22 giugno il chitarrista e compositore Massimo Germini (La canzone d’autore: altre latitudini); Sabato 27 luglio  l’ex direttore del Tg 1 Andrea Montanari (Le nostre vite tra informazione e disinformazione); Giovedì 26 settembre il giornalista e saggista Antonio Calabrò (L’impresa riformista. Lavoro, innovazione, benessere, inclusione); Venerdì 27 settembre l’economista Suor Alessandra Smerilli (L’altra metà dell’economia: gratuità e mercati); Venerdì 19 ottobre la psicoterapeuta e scrittrice Stefania Andreoli (Papà fatti sentire. Come liberare le proprie emozioni e diventare genitori migliori).

 

Condividi questo articolo
852 visite