MEDIA ZIRILLI. Istituto Comprensivo Terzo. Milazzo non appare a chi la abita o la visita occasionalmente o vi trascorre dei brevi periodi di vacanza così accogliente e curata come dovrebbe essere. Questa situazione si registra nelle strade del centro come pure nelle zone periferiche e anche sulle spiagge, dove spesso dopo le mareggiate si depositano rifiuti di ogni genere che necessitano di essere rimossi nel più breve tempo possibile e che invece restano in bella mostra per giorni e giorni.

Ma anche i cittadini poco rispettosi fanno la loro parte. Infatti, incuranti del bene comune, spesso gettano per terra rifiuti di ogni genere come cicche di sigarette, recipienti di plastica, carte e cartoni ed è inaccettabile vedere d’estate, soprattutto sulla lunga spiaggia di ponente, una striscia di bottiglie rotte o pezzi di legno o anche di ferro che costituiscono un reale pericolo per i bagnanti e per i bambini che dovrebbero poter correre e giocare liberamente.

Negli ultimi anni anche a Milazzo si è cercato di avviare la raccolta differenziata porta a porta ma le numerose inefficienze del servizio si sono sommate all’insensibilità di una parte dei cittadini.

Basta camminare a piedi lungo le strade della città per avere davanti agli occhi il risultato: sacchetti non raccolti anche per giorni; erbacce e detriti lungo i cigli delle strade, perfino sotto le panchine del nostro bellissimo lungomare; cestini (pochi!) talvolta stracolmi; le vie, sia centrali che periferiche, in eterna attesa di energiche e salutari spazzate; aree verdi degradate; si è verificato anche che i topi passeggino indisturbati! Milazzo meriterebbe certamente molto, molto di più…

La nostra è una bellissima città ma, se continuiamo a deturparla, danneggeremo soprattutto noi stessi e comprometteremo ancor di più il nostro futuro in questo splendido angolo della Sicilia che, potenzialmente, offre grandi possibilità di sviluppo e tante opportunità di lavoro per i giovani.

FRANCESCO COPPOLINO, DAVIDE GIOVANETTI II D

 

 

 

Condividi questo articolo
764 visite