E’ stato pubblicato sulla Gazzetta dell’Unione europea il bando relativo all’affidamento in concessione del servizio di sosta a pagamento per otto anni e un importo complessivo di 11milioni 770 mila euro , al netto di Iva. Somma che a titolo di presunto corrispettivo deriverà al concessionario mediante l’incasso diretto delle tariffe.
Le ditte interessate e in possesso dei requisiti dovranno presentare offerte entro il 4 luglio. L’apertura delle buste è fissata per giorno 8 luglio alle 10.

La gara, visto l’importo sarà gestita dalla Centrale unica di committenza che ha sede a San Filippo del Mela e che sarà anche la sede di presentazione delle offerte.

L’appalto prevede la fornitura, l’installazione, la manutenzione ordinaria e straordinaria di un sistema tecnologico per il monitoraggio, il controllo e la gestione della sosta, in grado di fornire agli utenti, anche tramite pannelli a messaggio variabile informazioni su localizzazione e livelli di occupazione degli stalli di sosta nelle aree dove gli stessi sono previsti.

Il nuovo servizio infatti stabilisce la presenza di 1482 parcheggi; nel centro città saranno predisposti 1228 “stalli blu” di cui 750 a pagamento con tariffa ordinaria (8,30-13,30 e 15,30-20,30) e 478 per la sosta a pagamento con tariffa ridotta sempre negli stessi orari. Dei 750, 222 stalli prevedono la sosta “ad alta rotazione” (massimo due ore). Altri 319 interesseranno la zona della movida del Borgo. Per arrivare alla previsione iniziale altri 189, in aggiunta, saranno allocati nella fascia costiera di Ponente.

La ditta aggiudicataria dovrà procedere all’emissione e gestione dei ticket e dei permessi in abbonamento per i residenti, effettuare il controllo della sosta tramite gli ausiliari del traffico e garantire attività di Sportello al cittadino.

Nel bando si prevede anche l’obbligo per l’aggiudicatario di fornire ed installare 68 parcometri di nuova generazione, di collocare dei sensori wireless per il monitoraggio della presenza dei veicoli presso gli stalli a pagamento, nonché di fornire due minibus per l’istituzione di un servizio di bus navetta per il collegamento parcheggi di interscambio.

A ciò si aggiungono i cosiddetti servizi   complementari come il “bike sharing” a flusso libero, attraverso la fornitura e la manutenzione ordinaria e straordinaria di 150 biciclette e 50 portabiciclette.

La ditta aggiudicataria avrà l’obbligo di corrispondere al Comune di Milazzo un canone su base annua per l’intera durata della concessione che scaturirà dal rialzo della base di gara pari a 161.845,99 euro omnicomprensivo di qualunque tassa e onere fiscale.

Condividi questo articolo
1.603 visite

7
Rispondi

avatar
400
6 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
7 Comment authors
AntoniociccioAnonimoMilazzeseIndignato Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Antonio
Ospite
Antonio

In altre città ho notato dei totem dove si può comprare il biglietto di sosta nelle strisce blu, c’è bisogno solo di al massimo una ventina di queste macchinette che porterebbero fruttare ogni estate un buon introito per il Comune di Milazzo, senza bisogno quindi di personale e di ditte appaltatrici, saluti

Anonimo
Ospite
Anonimo

Quale movida del borgo???

Milazzese
Ospite
Milazzese

Sarà un altro misero flop di una amministrazione DEL NULLA!

Indignato
Ospite
Indignato

Ho fatto un calcolo semplice! Dividere l intera superficie di Milazzo ( compresa di campagne giardini e quant altro ovviamente),per gli stalli blu. Ebbene viene fuori che ci sarebbe 1 stallo blu ogni 16,6metri quadrati di territorio.Ciò significa che le strade diverrebbero totalmente dipinte di blu come il cielo..! Vergogna..! Sarebbero stati più che sufficienti 1/3 ossia 500 stalli blu.

ciccio
Ospite
ciccio

Ma come li fai i conti? Milazzo ha una superficie di 24,7 Kmq ovvero 24.700.000 mq. diviso 1482 stalli blu fa 1 parcheggio ogni 16.600 mq. Il problema è che sui social si ergono a professori anche persone che farebbero bene a stare zitti

Peppe
Ospite
Peppe

Vecchi di pensiero. No alle auto in centro e fine del porta a porta per la monnezza. Le due cose insieme rendono Milazzo una pattumiera a cielo aperto. SMOG E MONNEZZA. Parcheggi fuori dal centro e navette di collegamento altro che stalli.Ultimi colpi di coda di una amministrazione incolore che per fortuna è a fine corsa.