Il consigliere Francesco Alesci, che a marzo era stato il promotore di un consiglio comunale straordinario, torna sulla questione precari del Comune di Milazzo per ribadire che “oltre un mese è trascorso, senza che nessuno, Amministrazione e gli stessi sindacati, che pure dovrebbero rappresentare i lavoratori, abbiano fatto un passo avanti per aprire uno spiraglio. La conseguenza di questo immobilismo è quella di dover poi inseguire le scadenze anche se quest’anno non sembrano esserci deroghe o altre vie d’uscita”.

Il consigliere ha deciso di rinnovare la richiesta di un nuovo consiglio, da mantenere stabilmente aperto per risolvere quella che “rappresenta la priorità delle priorità visto che parliamo di ben 160 famiglie milazzesi e di persone che sono una risorsa importante per il Comune.

«Quello che preoccupa – afferma Alesci – è anche il silenzio dell’Amministrazione, visto che in altri Comuni anche in dissesto come Milazzo si sta procedendo alla sottoscrizione dei contratti a tempo indeterminato per questi lavoratori. I sindacati non debbono limitarsi alle richiesta di riunione o ai documenti, ma diventare parte attiva per pretendere che la politica metta in campo tutti i passaggi per evitare che il 31 dicembre del 2019 si trasformi nel dramma. Per questo invito il presidente Nastasi e tutte le forze politiche a convocare i lavori d’Aula e lasciarli aperti in modo permanente al fine di affrontare tutti insieme, ciascuno per il ruolo che la legge gli assegna. E ciò alla luce anche della recente pronuncia positiva governo centrale che sostanzialmente dà alla nostra Regione e quindi ai Comuni la possibilità di chiudere questa triste pagina. Ma per farlo occorre agire».

Condividi questo articolo
362 visite

5
Rispondi

avatar
400
2 Comment threads
3 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
laveritàPrecario StoricoDate un lavoro a senzapelisullalinguasenzapelisullalingua Recent comment authors
più recente meno recente più votato
laverità
Ospite
laverità

ma perche tutti hanno paura di un bel concorso pubblico? facciamo sto concorso e vediamo chi ha le capacità e competenze per entrare..chi non le ha..a casa. Basta spot elettorali per cercare di accaparrare voti alle prossime elezioni e dire…”io vi ho pensato”..ho chiesto il consiglio straordinario..””…ma per favore..oltre ai precari dovrebbero andare a casa tutti i consiglieri.

senzapelisullalingua
Ospite
senzapelisullalingua

Si avvicinano le elezioni e le sedie cominciano a bruciare sotto il fondoschiena.. allora, perchè non cominciare ad allenarsi a muovere i piedi per agevolare le assunzioni ed evitare di doverli usare per scappare di corsa dal “palazzo”, dove si è poltrito e munto quella vacca dalle nenne d’oro a scapito di tutti?

Date un lavoro a senzapelisullalingua
Ospite
Date un lavoro a senzapelisullalingua

La domanda sorge spontanea: come mai ogni qualvolta si parla dei precari del comune ad uno dei tanti galantuomini che posta su questa testata online viene il prurito alle mani, di solito impegnate in ben altre attività… onanistiche?

senzapelisullalingua
Ospite
senzapelisullalingua

Le mie mani sono impegnate solitamente a dar da mangiare a nullafacenti che sfruttano le situazioni e le pedate per lucrare delle mie e altrui tasse …

Precario Storico
Ospite
Precario Storico

Evidentemente a questo individuo gli rode qualcosa che non può digerire, quindi quando si parla di precari se ne va di testa.