Il sindaco Giovanni Formica ha ricevuto dal rappresentante dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, Antonino Pietrini, le chiavi dell’immobile di via Tremonti, confiscato nel 2012.

Un appartamento di circa 70 mq al quale l’Amministrazione comunale ha già deciso di ricevere per assegnare una destinazione pubblica. Il valore è di circa 110 mila euro.

La consegna del bene avviene “nello stato di fatto in cui lo stesso si trova, per essere destinato a finalità sociali”.

Per gli altri immobili l’Agenzia nazionale non ha completato l’iter in quanto risulta operato solo il sequestro a seguito delle operazioni antimafia (la confisca è procedura particolarmente complessa) .

La Prefettura in passato aveva già sollecitato i sindaci di quei territori nei quali risultano ricompresi questi beni «a fornire ogni elemento informativo di dettaglio secondo i rispettivi ambiti», ma solo di recente si è deciso di accelerare creando una piattaforma telematica sui beni confiscati a disposizione delle varie municipalità.

Condividi questo articolo
1.875 visite