Si è svolta ieri pomeriggio a Milazzo, la prima assemblea pubblica regionale Lassalapeddiri – la plastica fa schifo. In centinaia sono accorsi da tutta la Sicilia, fra associazioni, comitati territoriali, consulte giovani.

L’idea nasce su volontà del movimento contro l’inceneritore del Mela, con l’obiettivo di mettere in campo delle buone pratiche. Impegno costante e quotidiano, azioni concrete, intervento diretto dei cittadini nella cura e nella salvaguardia dell’ambiente e della qualità della propria vita sulla base di una sempre più crescente consapevolezza. Questi gli impegni. «Impegnarsi per la riduzione e, in definitiva, per l’eliminazione della plastica monouso da tutto il territorio siciliano significa impegnarsi per garantire un futuro alla nostra amata terra e dignità alle nostre vite nei luoghi in cui siamo nati e in cui vogliamo rimanere», hanno spiegato i promotori. 

Il convegno a palazzo d’amico

Nel giro di poche settimane, grazie a un tam tam mediatico e a iniziative comunicative, si è riusciti a innescare un meccanismo di sensibilizzazione che ha raggiunto ogni angolo dell’isola. Le adesioni alla campagna aumentano di giorno in giorno, le iniziative scandiscono il tempo delle diverse comunità: pulizie delle spiagge, incontri tecnici ed istituzionali, assemblee cittadine.
Si è giunti, quindi, alla giornata di ieri. Un primo momento di confronto e approfondimento che si pone come tappa importante all’interno di un percorso nuovo. Come prima cosa si è definito un importante passaggio, tutti gli aderenti alla campagna (enti locali e istituzioni, associazioni e comitati dei cittadini , movimenti) hanno deciso di convogliare in una vera e propria rete, Lassala peddiri- la plastica fa schifo, riprendendo il nome dalla stessa campagna e, contestualmente, si è stabilita la nascita di comitati locali che porteranno avanti nei propri territori le istanze della rete stessa.
Inoltre, la neo rete ha ufficializzato l’adesione al Global climate strike for future del 24 maggio.

Condividi questo articolo
790 visite