MESSINA. Si svolgerà domenica 28 aprile, alle 21, al ristorante Marina del Nettuno YachtingClub di Messina “La cena al buio “Oltre il visibile: il gusto dei sensi” con  il percorso gastronomico scurato dallo Chef Pasquale Caliri. L’evento è organizzato da Il Leo Club Messina Ionio e il Leo Club Messina Peloro, in collaborazione con il centro regionale Helen Keller nell’ambito del “Progetto Kairós”. Un Service Leo la cui peculiarità sta nel voler sviluppare una “integrazione al contrario”, attraverso la creazione di situazioni in cui i “normodotati” provino ad agire come i disabili e in cui non si cerchi di rendere il diverso uguale a noi ma, piuttosto, si provi a scoprire le meraviglie della sua diversità. Attraverso la cena, che si svolgerà interamente al buio, gli ospiti avranno l’opportunità di aguzzare gli altri sensi in assenza della vista e al contempo di avvicinarsi, senza pregiudizi, alla realtà della disabilità. Le persone “normodotate” hanno davvero bisogno di una maggiore consapevolezza verso la disabilità visiva e, grazie alla conoscenza delle difficoltà che i compagni disabili devono superare
nella vita di tutti i giorni, possano condividere sempre più ambiti comuni e possano interiorizzare le esigenze dell’altro affinché la disabilità possa davvero essere una fonte di ricchezza interiore per tutti. Il Leo Club Messina Ionio e il Leo Club Messina Peloro sono due Club della città di Messina facenti parte della Prima Area Operativa (provincia di Messina) del Distretto Leo 108 Yb Sicilia. I Leo Club sono l’espressione giovanile del Lions Clubs International e includono ragazzi dai 12 ai 30 anni che dedicano il loro tempo libero ad attività di servizio a favore della Comunità.
 
L’iniziativa verrà presentata domani, sabato 27 aprile, nell’ambito di una conferenza stampa che si svolgerà  al Marina del Nettuno.

Condividi questo articolo
1.147 visite