Mercoledì 10 dalle 9,30 alle 18,30 e giovedì 11 aprile dalle 9.30 alle 14,30 nell’Aula Magna del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne (Polo Annunziata) si svolgeranno le Giornate di studio di Letteratura Cristiana Antica, nell’ambito del Convegno Internazionale “Tra Bisanzio e Roma” organizzato dalla professoressa Maria Antonietta Barbàra (Dicam) e con il patrocinio, tra gli altri, dell’Università degli Studi di Messina, dell’Accademia Peloritana dei Pericolanti, dell’Arcidiocesi di Messina, Lipari e S. Lucia del Mela e dell’Arcidiocesi di Trani, Barletta e Bisceglie, di ERSU Messina.
Nel corso della prima giornata il convegno sarà suddiviso in due sessioni presiedute, rispettivamente, da Vincenzo Ortoleva (Università di Catania) e Antonino Zumbo (Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria). La terza sessione, giovedì mattina, sarà presieduta da Marco Onorato (Università di Messina). Al convegno interverranno esperti e docenti provenienti da Atenei italiani e stranieri.
Gli obiettivi dell’evento sono quelli di divulgare la produzione letteraria in greco e in latino della Letteratura cristiana antica, sviluppata – per una serie di forze che il cristianesimo mise in moto – da due aree linguistico-culturali che già avevano prodotto –  e continuarono a produrre – un’abbondantissima letteratura; tramandare argomenti che i Padri della Chiesa trattarono e che sono significativi per la vita dei cristiani, come la pace, la fratellanza, il senso di comunità e d’identità dei popoli, temi di cui parla quotidianamente il Papa nei suoi interventi e nei suoi viaggi nel mondo.
L’iniziativa si rivolge anche ai giovani affinché riflettano sui valori della cultura classica e cristiana del mondo greco-romano, valori sempre attuali che oggi purtroppo sono scarsamente rappresentati nella società, soprattutto italiana, a causa dei gravi problemi economici che l’attraversano. Proprio alle nuove generazioni il Convegno si propone di trasmettere esempi di personalità virtuose, ricchi di grandi doti umane oltreché scientifiche, che siano da stimolo per la loro migliore crescita sociale e professionale.
Fra i relatori più attesi Jean-NoëlGuinot, già direttore dell’Istituto e della collana Sources Chrétiennes.
Infine giovedì 11 aprile nell’ambito del Convegno verrà presentato “Tenax memoria”, il libro in ricordo del professore Sandro Leanza, già ordinario di Letteratura cristiana antica dell’Università di Messina.
La frequenza si lavori dà diritto all’acquisizione di 1,50 Cfu
 

Condividi questo articolo
320 visite