Un nuovo evento per il coreografo e perfomer milazzese Giovanni Impellizzieri che domenica 3 marzo inaugura al Macro Asilo Museo D’Arte Contemporanea di Roma “Asylum – Coreografia. Contronarrative“. Un progetto che rivisita il concetto di asilo utilizzando le arti performative e visive come cornice di cooperazione tra più soggetti: coreografi, danzatori, studenti, cittadini migranti, visitatori. Tutti sono chiamati a costituire un ambiente immersivo incui le azioni dei corpi possano essere interpretate come conquiste di tempo e spazio, in un’attività artistica, etica e politica.

Verranno inoltre esposti gli elaborati della ricerca svolta con gli allievi Afnan Abu Hmaid, Sara Antonellis, Flaminia Cicerchia,
Ester Chiaravalloti, Edoardo Dominici, Gianmarco Savioli, Vittorio Serrenti, Damiano Tata, dell’Accademia Di Belle Arti Di Roma dal titolo: “Objets à trouver. Oggetti coreografici sul senso dell’abitare. Tetto-soggetto-corpo. Sulla casa, nido, guscio, tana, angolo-per-rannicchiarsi, asilo
e altre r-esistenze mobili”.

Condividi questo articolo
556 visite