Preparavano il pescestocco con un ingrediente segreto: un sacco di calce edilizia, la stessa utilizzata nei cantieri di lavoro dai muratori.  Durante l’attività di ispezione presso un esercizio commerciale di Santa Lucia del Mela, all’interno di un vascone di idratazione, è stata accertata la presenza di 23 chili di Stoccafisso, in ammollo in acqua. La particolare colorazione biancastra dell’acqua ha fatto presumere agli ispettori della Guardia Costiera che all’interno della stessa vasca fossero presenti sostanze per modificare la colorazione. Ma la verità era peggiore. I militari della Guardia Costiera, con il supporto di un veterinario dell’ASP di Messina, hanno effettuato un controllo più accurato del locale di vendita riscontrando la presenza di un pozzetto frigo contenente un sacco aperto, con 2 chili di polvere di “calce calcica idrata indicata per la preparazione di leganti per malte da muratura e per intonaci interni ed esterni”, così come risultava scritto nella confezione.

Si è avuto modo di verificare successivamente che il prodotto, immesso nella vasca con il pesce, veniva utilizzato quale sbiancante e per mantenere lo stesso più tenero per la successiva vendita.

Tutto il prodotto è stato sequestrato, il titolare dell’esercizio commerciale è stato deferito all’Autorità Giudiziaria e si è proceduto al campionamento del prodotto al fine di sottoporre lo stesso ad ulteriori accertamenti per verificare concretamente l’eventuale presenza di Ioni di calcio e metalli pesanti.

Condividi questo articolo
4.499 visite