“L’arte della Cura” questo il titolo della giornata scientifica sui “Percorsi Psicoterapeutici” che si è svolta oggi nel Salone degli Specchi di Palazzo dei Leoni. Il convegno è stato organizzato da Pippo Rao, psichiatra, psicoterapeuta e criminologo e direttore del Dipartimento di Salute Mentale Messina Nord dell’Asp di Messina, e dalla Scuola di Specializzazzione in Psicoterapia Umanistica e Psicoanimazione (Sipa)

Alla giornata di studio hanno partecipato la Scuola di Specializzazione in Psichiatria dell’Università di Messina, il Dipartimento di Salute Mentale dell’Asp di Messina, la Direzione del Servizio di Psicologia dell’ASP di Messina. I relatori sono stati: Maria C.A. Quattropani, psicoterapeuta, docente alla Facoltà di Psicologia dell’Università di Messina, che ha illustrato gli ultimi studi sull’evidenza scientifica dell’efficacia della Psicoterapia sulla base dei criteri “evidence based”. E poi Filippo Zagarella,  psicoterapeuta, direttore del Corso di Specializzazione in Psicoterapia Umanistica ad orientamento Bioenergetico, che ha parlato della “Psicoterapia a misura d’uomo e sulle esigenze sociali e culturali di non patologizzare la normalità”, Nino Ciraolo, psichiatra, direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asp di Messina, e Rocco Zoccali, professore ordinario di Psichiatria e Direttore della Scuola di Specializzazione in Psichiatria dell’Università di Messina.

Nel corso dell’incontro sono stati illustrate le grandi difficoltà con le quali i Servizi Sanitari pubblici sono costretti ad affrontare le problematiche connesse al disagio psichico in una fase di enorme coartazione delle risorse pubbliche, ma anche gli sforzi e gli investimenti professionali innovativi e culturali messi in campo dalla comunità scientifica messinese, per fronteggiare la grande domanda di assistenza nel campo della salute mentale.

I lavori sono stati introdotti da Lucia Lo Giudice, psicologa, direttore f.f. del Servizio di Psicologia dell’Asp di Messina, che ha illustrato lo stato dell’arte e le prospettive della psicoterapia nei contesti pubblici. Ha chiuso l’assise scientifica la Maria Rita Parsi, psicoterapeuta, scrittrice, presidente Sipa, personalità di fama internazionale ( già membro del Comitato Onu per i diritti dei fanciulli ), tratteggiando i connotati relazionali ed umani del disagio ( esistenziale e sociale ), che attraverso l’intercorrelazione con il mondo delle emozioni può trovare accoglienza e dignità, soprattutto tramite la più arcaica modalità di cura, la relazione e la parola << In principio….era il “verbo”>>.

La giornata di studi ha visto la partecipazione di un altissimo numero di professionisti psichiatri, neuro psichiatri infantili e psicologi, ma anche personalità del mondo della scuola e della cultura.

Condividi questo articolo
558 visite