MILAZZO/ACADEMY SAN FILIPPO: 1-2 – 13′ Shabaj (AC) 31′ Piccolo (AC) 37′ Kanyi (Mil) – Gara di grande carattare, quella dei ragazzi dell’Academy che espugnano, grazie a due reti siglate nel primo tempo da Shabay e Piccolo, il Comunale del Don Peppino Cutropia, issandosi così da soli in vetta alla classifica e staccando proprio gli avversari odierni. Partita del campionato regionale “Juniores Under 19” vibrante sin dalle prime battute di gara, del resto la posta in palio era alta, infatti un solo punto divideva le due compagine prima del fischio d’inizio. Partono subito forte i ragazzi del presidente Gitto che da sviluppi di un corner trovano il gol con uno stacco imperioso di Arizzi, ma il direttore di gara De Pasquale di Barcellona, scorge una trattenuta in area ai danni dell’attaccante Shabaj decretando il calcio di rigore. E’ lo stesso attaccante, a realizzare dagli undici metri, con freddezza, il gol che sblocca la gara. Pochi minuti dopo ci prova La Spada dalla distanza ma il tiro termina alto. Ancora La Spada pericoloso su calcio di punizione che costringe l’estremo di casa Anania agli straordinari. Reagiscono i padroni di casa, che su calci piazzati provano a scardinare, senza successo, la porta del sempre attento Nastasi. L’Academy non resta a guardare e alla mezz’ora La Spada s’invola sulla sinistra mettendo in mezzo un pallone, che Piccolo non può far altro che girare in rete, per il gol che vale il raddoppio e che spiana la strada ai nostri ragazzi. I padroni di casa, però, non vogliono cedere lo scettro di prima della classe senza provare a riaprire la gara, e così sul finire di primo tempo accorciano con Kanyi abile a spingere in rete, da pochi passi una palla ben giocata da un compagno sulla corsia di destra. Nella ripresa, ci prova De Mariano, per i padroni di casa, a trovare la via del gol, ma il suo tiro finisce a lato. Dall’altra parte è ancora La Spada che da 30 metri lascia partire un bolide che per pochi centimetri non trova il bersaglio grosso, sfiorando l’incrocio. Il finale è convulso con i padroni di casa che provano a spingere alla ricerca del pareggio, ma la difesa ben guidata da capitan Di Bella e Buta regge ad ogni attacco, e dopo 6 minuti di recupero il triplice fischio decreta una nuova capolista.

Condividi questo articolo
645 visite