Prende il via oggi, lunedì 4 febbraio al teatro Trifiletti la 3° edizione della rassegna sulla legalità “se si insegnasse la bellezza”, fortemente voluta dagli assessorati alla pubblica istruzione e alle politiche giovanili di Milazzo. L’appuntamento per le scuole sarà con il film di Daniele Vicari ‘Prima che la notte’ tratto dall’omonima opera letteraria di Claudio Fava e Michele Gambino. A interloquire con i ragazzi Francesca Andreozzi, nipote di Giuseppe Fava, in rappresentanza della Fondazione Fava. Quest’anno le giornate dedicate al teatro vedranno la partecipazione dalla grande attrice Lucia Sardo, interprete del film I CENTO PASSI che nel ruolo di Felicia Impastato intende rivolgere un omaggio a Felicia che con la sua lotta costante ha dato una nuova speranza alla Sicilia, una speranza di riscatto e cambiamento.
L’altro incontro invece avrà come protagonista Cetta Brancato con la pièce tratta dal suo libro “Canto per Francesca” dedicato a Francesca Morvillo, progetto patrocinato dall’Associazione Nazionale Magistrati, Sezione Distrettuale di Palermo per il venticinquennale della strage di Capaci.
Non ultimo Ossa, dal racconto popolare dell’osso che canta alla storia di Placido Rizzotto. Questo spettacolo racconta due storie di ossa. La prima è la fiaba dell’osso che canta, un classico dei racconti legati al mondo della pastorizia. I temi principali sono il tradimento e la memoria: un fratello ammazza l’altro e tenta di nascondere il suo crimine.
Ma questa fiaba somiglia tanto a una storia vera, alla storia di Placido Rizzotto: sindacalista siciliano che animò il movimento di occupazione delle terre a Corleone dando vita alla prima forma di antimafia sociale del dopoguerra che in embrione già cominciava a muoversi per tutta l’isola.
Tra le proiezioni cinematografiche, a parte quella già citata che ha come protagonista Giuseppe Fava, ci saranno Malarazza, una denuncia alle condizioni della periferia siciliana, film di Giovanni Virgilio che interverrà dopo la proiezione per parlare con i ragazzi ma anche Wonder, con Julia Roberts e Jacob Tremblay, una commovente storia sulla diversità.
Gli spettacoli saranno accompagnati dalla presenza di ospiti che approfondiranno con i ragazzi i temi trattati.
Sempre maggiore la partecipazione da parte delle scuole di Milazzo. Nelle varie giornate si avvicenderanno gli istituti Majorana, Da Vinci, Guttuso, e Impallomeni, le medie Zirilli e Rizzo, le scuole primaire Piraino e Sacro Cuore.

Condividi questo articolo
439 visite