Tempi duri per chi non ha regolarizzato la propria posizione con l’ufficio utenze idriche del comune di Milazzo. Il sindaco Giovanni Formica ha inviato un atto d’indirizzo al dirigente Michele Bucolo in cui dispone che a partire da lunedì 14 gennaio gli addetti comunali dovranno affiggere una avviso in tutte le abitazioni in cui risulta un contatore intestato ad un utente deceduto ma la cui attività continua ad essere registrata. Eventuali persone interessate affinchè la distribuzione continui hanno sette giorni di tempo per mettersi in regola. A partire dal 21 gennaio partirà il ritiro dei contatori e la sospensione della distribuzione idrica in quella abitazione. In realtà Formica non si è dimenticato nemmeno delle attivita commerciali con intestazioni a soggetti diversi da quelli che realmente operano: anche loro nel mirino.

Si comincerà con le utenze che hanno registrato i debiti maggiori. Almeno venti a settimana saranno gli avvisi affissi. Sono oltre 1400 le utenze intestate a persone decedute anche da vent’anni. Ogni settimana Formica riceverà un report sul lavoro svolto e i risultati ottenuti.

«Non è più tollerabile il protrarsi di questa situazione tenuto pure conto che il consigliop comunale in un recente passato ha pure introdotto misure di favore per la regolamentazione», ha chiarito Formica.

 

Condividi questo articolo
5.717 visite

8
Rispondi

avatar
400
6 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
6 Comment authors
ettorepippopippoGioacchinosenzapelisullalingua Recent comment authors
più recente meno recente più votato
ettore
Ospite
ettore

rubinetti a secco a utenze intestate a defunti. e a chi invece sono anni che non paga indipendentemente a chi é intestato il contatore che facciamo? li premiamo?

pippo
Ospite
pippo

ma perché non cominciano dai grossi consumatori: alberghi, B&B, ristoranti pizzerie, bar, pescherie .. etc. recupererebbero 80% sul totale.

Gioacchino
Ospite
Gioacchino

Cerco un “amico” il quale mi dice di levarici manu ki è Tempu pessu. Passa un mese ritorno ne medesimo ufficio e parlo col medesimo personaggio e mi sento dire “ di novu ka’ Si? Ti dissi ki ndhi face u sentiri niautri”.A tutt’oggi non sa vistu nuddu.Stavota a procura ci scrivu.

Gioacchino
Ospite
Gioacchino

Gli portò anche le marche da bollo, e chiedo quando possono sostituirmi il contatore. mi sento rispondere che prime di me ci sono 737 domande da evadere quindi devo aspettare.

pippo
Ospite
pippo

Non ti hanno detto che da almeno due anni nemmeno hanno i contatori? Devono ancora fare il bando, da due anni!!!!!! Sono una vergogna assoluta. Non esiste che nemmeno ci sono contatori disponibili, uno schifooooooooo

Gioacchino
Ospite
Gioacchino

Pigliano avanti per non rimanere arreti.Allora, circa un anno e mezzo mi arriva una bolletta intestata a mio nonno defunto ( il proprietario dell immobile adesso sono io ).Vado al Municipio x chiedere chiarimenti ,e chiedo cosa ci vuole x mettermi in regola e sostituire il contatore . Due marche da bollo da 14.60 e un versamento di circa 37.00 euro. Vado alle Poste , pago