BARCELLONA. Sabato 8 dicembre, nel quartiere Sant’Antonino di Barcellona, è stata inaugurata La Casa di Francesco che ha sede al civico 7 di Via Convento, proprio di fronte al Convento Santuario dei Frati minori francescani. Si tratta di un’associazione Odv senza scopro di lucro dove neonati, bambini e adolescenti bisognosi possono trovare conforto, rifornirsi di abiti, scarpe, ricevere alimenti di prima necessità e usufruire di visite mediche.

L’idea nasce dal sogno che la promotrice dell’associazione, Antonella Scarpaci, ha coltivato per anni. Sposando i suoi buoni propositi con lo spirito francescano di carità è riuscita, insieme con i fratelli e le sorelle del convento, a farli diventare realtà. «Questo desiderio di aiuto – spiega – nasce dalla mia empatia verso quelle mamme che non possono soddisfare le esigenze primarie di un figlio, specialmente in tenera età. Il mio sogno adesso è diventato realtà ed è quello di portare conforto nelle case di chi è più in difficoltà. In ciò sono sostenuta dai Frati e dai tanti volontari grazie ai quali “La Casa di Francesco” è diventata una realtà per tutti».

La casa di Francesco ha subito ricevuto tantissime donazioni e adesioni da molti volontari e sostenitori. Fra questi anche il Centro di Bricolage fai da te, Bricocenter Milazzo, luogo di lavoro della stessa Antonella. L’immobile dell’associazione è stato infatti interamente rimesso a nuovo grazie a materiali edili ed elettrici donati dall’azienda.

Ringrazio il direttore Antonino Genovese e tutta l’azienda- sottolinea Antonella- io e i miei fratelli abbiamo lavorato senza sosta per rendere agibile il locale e grazie ai prodotti giusti, siamo riusciti a completare i lavori in tempo per l’inaugurazione».

All’apertura delle porte La casa di Francesco ha trovato tanta partecipazione. Presenti anche gli assessori Paride Pino e Antonio Raimondo in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale e lo stesso ex Presidente della Regione Rosario Crocetta.

«Vogliamo che i bambini e le famiglie, entrando nella Casa di Francesco si sentano a proprio agio e liberi di scegliere quanto hanno bisogno – continua Antonella Scarpaci –  senza alcuna vergogna o difficoltà. L’associazione presta il proprio servizio grazie a tutti coloro che contribuiscono materialmente all’iniziativa, anche con donazioni, grazie a questi infatti oltre a far tornare il sorriso sul volto di tante famiglie, puntiamo a garantire visite specialistiche e l’acquisto di farmaci essenziali».

L’associazione riceve donazioni nei giorni di Lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.30 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 20.00.

 

Condividi questo articolo
2.312 visite