I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Milazzo hanno denunciato un 17enne per detenzione ai fini di spaccio di hashish. Il minorenne è stato fermato ieri mattina nei pressi di un istituto scolastico superiore del centro mamertino.

I militari hanno controllato quattro minori, uno dei quali è stato trovato in possesso di 5 grammi di hashish suddiviso in 9 dosi. Si è proceduto, pertanto, ad estendere i controlli anche all’abitazione del giovane dove sono stati ritrovati ulteriori 12 grammi di hashish ed un bilancino di precisione.

Il giovane milazzese, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria minorile per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente.

Condividi questo articolo
4.614 visite

10
Rispondi

avatar
400
1 Comment threads
9 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
7 Comment authors
OspiteGiovanniGiovanniGiovanni_IL_ Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Paolo
Ospite
Paolo

buttatelo in carcere e fategli conoscere la vita

Emmebi
Ospite
Emmebi

Che ignoranza. Negli altri paesi del mondo la marijuana o l hashis non è considerata droga. È droga perché illegale, ed essendo un giro della mafia si trova di bassissima qualità e fa male. Ma per chi non lo sapesse in molti paesi del mondo è usata per curare malattie. Ignoranti, ignorante tu caro Paolo chissà quanti anni hai, tipo 70

Paolo
Ospite
Paolo

Se studiassi il vero effetto della marijuana o hashish, anziché farne solo uso e difenderla per convenienza personale, avresti altri risultati. Comunque non cambio idea perché un consumatore di droghe mi dà del vecchio o ignorante. Verifica i numeri dei consumatori e le conseguenze, anche delle cosiddette leggere; e poi, dati alla mano, ne parliamo. Uno che si informa evita figuracce. Sempre.

Paolo
Ospite
Paolo

Dimenticavo, all’estero è considerata “come aiuto analgesico” alle malattie, ma sotto prescrizione medica e per una ristretta cerchia di patologie. Non credo che dei minorenni che vanno ancora a scuola abbiano problemi di terapia del dolore o glaucomi irreversibili. Quindi, non snocciolare le frasi a c…, per darti un tono. Questa è l’abitudine di chi non sapendo, dice fesserie.

Giovanni
Ospite
Giovanni

Se tu potessi documentarti sulle c.d. “MORTI” dovute a questa “DROGA”, scoprirai che sono morti più 18enni perchè dopo essere stati arrestati per q.tà irrisorie, che persone che ne hanno assunto dosi.
Inoltre, regolamentando questo fenomeno si toglieranno soldi dal mercato nero(se è questo ciò che vorrebbero le nostre forze dell’ordine che compiono raid nei risaputi posti frequentati da 14-15enni)

Giovanni
Ospite
Giovanni

Sicuramente regolamentando questo fenomeno si potrà anche tenere sotto controllo l’uso(abilitandolo solo ai maggiorenni),si potrà controllare la qualità e sopratutto concentrare le nostre forze dell’ordine per casi più gravi(corruzione, spaccio di droghe pesanti ecc…)

Ospite
Ospite
Ospite

Caro Paolo direi che dovresti documentarti e studiare approfonditamente la sostanza di cui hai commentato siccome al tempo stesso i c.d. effetti criminogeni del carcere soprattutto nei confronti di un minore.
La letteratura scientifica in tema di cannabis è ormai ampia e concorde sulle qualità terapeutiche della pianta ed al tempo stesso sulla lesività inesistente della stessa. STUDIA!

_IL_
Ospite
_IL_

pienamente d’accordo con Emmebi, non esiste al mondo un singolo caso accertato di morte per cannabis. Al contrario dell’alcool liberamente venduto in qualsiasi supermercato!! Italia ancora in pieno medioevo….

Paolo
Ospite
Paolo

Morte diretta o causata? Hai controllato gli incidenti stradali, mortali alcuni,legati al guidatore sotto effetto di “droghe leggere”? Se uno vuole “suicidarsi” , liberissimo di farlo, ma se causa incidenti o altro, diventa un problema sociale

Giovanni
Ospite
Giovanni

Grazie a persone come te che ci troviamo in questa situazione, cara Italia…