Per interrompere lo stallo che dura da oltre un anno alla Fondazione Lucifero, invece di nominare il nuovo consiglio di amministrazione, l’assessorato regionale della Famiglia ha nominato un commissario straordinario che dovrà reggere l’ente benefico di Capo Milazzo per tre mesi. La scelta è ricaduta sul funzionario direttivo Fabrizio Impastato.

IL CDA. Impastato rimarrà in carica in attesa della ricostituzione del cda. I nomi certi sono quelli dei riconfermati Francesco Marullo di Condojanni (Corte d’Appello) e Francesco Iannucci (Curia); dell’ex dirigente scolastica del III Circolo didattico di Milazzo Licia D’Alì, e dell’ex consigliere comunale Franco Scicolone (scelto dal sindaco di Milazzo).

IL CONSIGLIERE DI FONDACHELLI. All’appello manca proprio il rappresentante dell’assessorato guidato da Maria Ippolito. Secondo indiscrezioni la scelta doveva ricadere sul consigliere uscente Antonio Nicosia che si era distinto per il genuino impegno con cui si era approcciato alla carica gratuita. Ma a quanto pare – secondo indiscrezioni non confermate – all’assessorato vorrebbero catapultare Marco Pettinato, sindaco di Fondachelli Fantina, candidato alle scorse regionali in una lista a sostegno del governatore Nello Musumeci che a Milazzo sarebbe stato sostenuto dall’ex sindaco Lorenzo Italiano.

Una nomina – seppur rispettabile – che ricorda più un “contentino” piuttosto che una scelta ponderata che porterebbe alla scelta di un milazzese che conosca lo spirito con cui è stata gestita fino ad oggi l’Ipab, in modo da perpetuarlo. Ricordiamo che la Fondazione Lucifero è una delle Ipab con un patrimonio di decine di milioni di euro tra le più attive della Sicilia con i bilanci in regola. Alcune manifestazioni, come quella del Natale, attiranno migliaia di famiglie da tutta la Sicilia.

Condividi questo articolo
3.082 visite