Si sono conclusi i lavori di manutenzione straordinaria di una porzione dell’asse viario ex Asi in Comune di Pace del Mela e appaltati dalla stessa Autorità Portuale di Messina.

«Abbiamo voluto contribuire ad attenuare, almeno per quanto di nostra competenza, gli annosi problemi della viabilità delle aree Asi (oggi gestite dall’Irsap) che tanto inficiavano una strada a servizio, non tanto delle infrastrutture portuali, ma delle aree industriali e dei Comuni del comprensorio che la utilizzano per bypassare la S.S. 113», ha dichiarato il Commissario Straordinario dell’Authority Antonino De Simone. «Nell’ottica della collaborazione inter-istituzionale, siamo intervenuti per la messa in sicurezza della porzione ricadente su area demaniale dell’arteria, nelle more che l’Irsap realizzi un più consistente intervento strutturale di manutenzione e riqualificazione dell’importo di circa due milioni di euro già presente nel loro Piano Operativo Triennale».

L’area Asi prima degli interventi dell’Autorità Portuale

I lavori di manutenzione straordinaria dell’asse viario, di accesso anche alle aree sulle quali sono iniziati i lavori di costruzione del nuovo Pontile di Giammoro di competenza dell’Autorità Portuale, comprendevano interventi manutentivi di tipo stradale occorrenti per la miglioria della sicurezza dei numerosi autoveicoli che utilizzano l’arteria in argomento e, più specificamente: rifacimento di porzioni ammalorate dell’asfalto; rifacimento di tutta la segnaletica orizzontale (spartitraffico, corsie, delimitazioni carreggiate etc.); integrazione della segnaletica verticale con cartelli di pericolo, delineatori di curva); Fornitura e collocazione di delineatori di margine stradale monofacciale; Collocazione, in un tratto di rettilineo e in un tratto di curva di apposita barriera stradale (Guard-Rail) tipo H2; Piccoli lavori di pulizia e messa in sicurezza di aree potenzialmente pericolose.

I lavori sono stati aggiudicati, a seguito di procedura di gara aperta, all’ATI Truscelli-Manno di Caltanissetta che ha offerto il maggior ribasso e ha successivamente contrattualizzato i lavori per un importo netto di circa 177 mila euro. I lavori sono stati consegnati in data 20 giugno e sono stati utilmente conclusi prima dei sessanta giorni previsti in contratto.

Condividi questo articolo