I nuovi giornalisti del giornale ComuniCare

La redazione di ComuniCare rafforza la sua presenza sul territorio con un nuovo gruppo di giornalisti. Proprio così. La famiglia cresce. Il giornale online nato tra le mura della Comunità Alloggio per Minori “Il Delfino” di Milazzo adesso apre le porte ai disabili psichici. Insieme ai ragazzi sottoposti a provvedimenti dell’autorità giudiziaria lavoreranno anche loro. Il laboratorio di giornalismo avviato dalla Società  Sociale Onlus “In Cammino”, cooperativa che aderisce all’Agci (Associazione Generale Cooperative Italiane), continua a conquistare un successo dopo l’altro. E anche questo nuovo gruppo di ragazzi, microfono e telecamera in mano, è pronto ad aggiungere al progetto altre emozioni, altre abilità, altre esperienze. E fin dalle prime battute. Per la loro prima volta, infatti, vanno online con un’intervista prestigiosa. Quella realizzata da Antonella Puleo ad Antonino Ciraolo, direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asp 5 di Messina. A lui che, da anni si occupa di questo delicatissimo settore in tutta la prvincia di Messina, spetta il compito di inaugurare il loro ingresso nel mondo dell’informazione. E lo fa con parole che mettono subito in risalto il valore di questa idea che apre la porte ad una nuova forma di comunicazione tra loro e i lettori e tra loro e minori. Forma di integrazione importantissima per il reinserimento sociale.

I neo giornalisti durante una riunione

ComuniCare è un progetto editoriale (per le sue caratteriste rappresenta uno dei pochi, se non l’unico, esempio in Italia) che nasce con l’intento di far conoscere il mestiere del giornalista ai minori e mettere in pratica le nozioni acquisite rapportandosi con il territorio. Elemento indispensabile per il loro reinserimento sociale. Nel giro di pochi mesi questi ragazzi si sono trasformati in giornalisti e hanno creato un loro giornale (https://comunicare.incamminoonlus.it/) con cinque diverse sezioni da gestire settimanalmente. Una testata dove vengono raccontate storie, fatti di cronaca e trattati argomenti scelti da quelli della cronaca locale che meritano di essere approfonditi sotto forma di inchieste. Ognuno dei ragazzi lavora con un incarico ben preciso, c’è chi si occupa della scrittura dei pezzi, chi delle foto, chi dei video. Chi delle rubriche. Come quella di ricette “Del Pitt”. Il nome della testata è stata pensata e ideata graficamente dai minori. “Comuni CARE” con la C iniziale a forma di delfino (come il nome della Comunità) è una parola che oltre a riprendere con le prime tre sillabe la parola Comunità vuole lanciare un messaggio ben preciso da parte dei ragazzi. Quello di comunicare con cura. Comuni – care (cura in inglese). Insomma una vera redazione che adesso si allarga proprio con l’ingresso dei ragazzi con difficoltà psichiche seguiti sempre dalla giornalista Rossana Franzone.

La Cooperativa “In Cammino” che  opera in tutta la provincia di Messina vanta un’esperienza ultraventennale nell’ambito dei servizi sociali di natura residenziale rivolti a soggetti disabili, con particolare riferimento all’utenza affetta da disabilità mentale. Le strutture di assistenza sociale residenziale sia dei disabili che dei minori hanno l’obiettivo di creare all’interno delle stesse un ambiente familiare e promuovere percorsi socio-riabilitativi mirati all’inserimento o al reinserimento sociale e lavorativo.

LEGGI l’intervista al direttore Antonino Ciraolo:

https://comunicare.incamminoonlus.it/index.php/zoom/22-antonio-ciraolo-dai-minori-ai-disabili-psichici-ecco-perche-comunicare-aiuta-l-integrazione-sociale

Condividi questo articolo
1.920 visite