BARCELLONA. Nel mirino della Direzione Investigativa Antimafia di Messina (Dia) sono finiti i beni riconducibili ad un noto imprenditore di Barcellona, attivo nel settore della ristorazione, bar, somministrazione alimenti e cerimonie. Stamattina sono scattati i sigilli nell’ambito di un sequestro preventivo. Per gli investigatori l’operatore economico è legato alla famiglia mafiosa del Longano.

Il sequestro  è stato chiesto dalla Direzione distrettuale antimafia, guidata dal procuratore capo Maurizio De Lucia, e dal direttore generale della Dia Giuseppe Governale.

I particolari dell’operazione – la cui esecuzione è tuttora in corso e che interessa il capitale sociale di imprese e relativi compendi aziendali, immobili, terreni e vari rapporti finanziari, anche intestati a soggetti terzi individuati – verranno illustrati nel corso della conferenza stampa che si terrà, alle ore 10:30, nella sede della Sezione Operativa Dia di Messina.

Condividi questo articolo
3.169 visite