Mancano tre giorni al voto e le Associazioni ambientaliste della Valle del Mela, così come fatto alle ultime elezioni regionali, hanno chiesto ai candidati sindaci di San Filippo del Mela di chiarire le loro posizioni sulle questioni ambientali del comprensorio. Le domande vertono non solo sulla politica che i candidati intendono adottare nei confronti delle due principali industrie, ma anche sull’applicazione del Piano paesaggistico e sul rapporto che vorranno intrattenere con le associazioni di settore. Dei quattro candidati (Fiorello, Vento, Pino, Picciolo), hanno risposto tutti, eccetto Vento che ha invitato a leggere il suo programma (disponibile a questo link).

1) INCENERITORE: sia Pino che Picciolo si sono impegnati espressamente a proseguire la battaglia legale contro l’inceneritore di A2A, a prescindere dalla decisione del governo. Fiorello non è entrato nei particolari, affermando che userà “ogni mezzo per contrastare qualsiasi nuovo impianto”. 

2) RAFFINERIA: Pino si è impegnato espressamente a far attuare le prescrizioni già espresse dal Commissario Biancuzzo in gennaio. Sulla stessa lunghezza d’onda Picciolo, che si è scagliato anche contro le discariche abusive di amianto nei torrenti. Fiorello non ha risposto al quesito.

3) DIFESA DEL PIANO PAESAGGISTICO: Gianni Pino si è impegnato a proseguire ed implementare la difesa giudiziale del Piano Paesaggistico, ad oggi oggetto di vari ricorsi. Più generiche le risposte di Picciolo (“il Piano Paesaggistico va tutelato”) e Fiorello (“nessuno può e deve far nulla per sconvolgerlo”). 

3bis) APPLICAZIONE DEL PIANO PAESAGGISTICO: Pino e Picciolo si sono impegnati a recepire il Piano Paesaggistico nel PRG comunale. Inoltre Picciolo si è impegnato a far sì che il Piano venga recepito anche nel PRG consortile dell’area industriale, mentre per Pino va applicata innanzitutto una delle previsioni più importanti del Piano: la progressiva riconversione dell’area industriale senza perdita di posti di lavoro. Fiorello non ha risposto al quesito.

4) COLLABORAZIONE CON LE ASSOCIAZIONI: Pino e Picciolo si sono detti convinti di voler collaborare attivamente con le associazioni più competenti. Fiorello si è limitato a parlare di “dialogo” con le associazioni. 

Condividi questo articolo
1.417 visite